“Delovery” di Maria Dorigatti, (BookTribu)

Ogni volta che Rocco aveva provato ingenuamente o coscientemente ad agire in nome di quel senso etico che in fondo li univa, ne aveva ricevuto danno e beffa; ed i suoi primi approcci al lavoro erano stati marcati dalle ferite di ingiustizie subite e delusioni cocenti. Ed ora si trovava di fronte alla prima concreta possibilità di cicatrizzare quelle ferite colpendo uno dei massimi esponenti di quell’ingiustizia e immoralità sociale. Eppure, ancora una volta, il destino sembra accanirsi contro di lui costringendolo di nuovo ad una scelta di compromesso: opta per tutelare l’interesse dell’azienda ed entra nel team che faceva muovere l’ingranaggio di quell’ingiustizia e immoralità. Nessuno avrebbe mai saputo che in fondo a quel lusso c’era un embrione di immensa generosità che nel suo piccolo lottava contro un’altra ingiustizia, nascosta e lontana.

In quel mondo viscido e falso, Rocco trova una persona diversa: il suo capo, Tommaso Manicardi, immanicato, determinato, senza scrupoli, ha un lato nascosto di sensibilità che riserva al figlio, il vero tesoro della sua vita, e un po’ anche a lui. Capisce chi ha di fronte, sente il bello della sua etica, ma anche lo sforzo che il compromesso accettato gli costa, e gli offre qualcosa di più di un rapporto di lavoro, gli offre un’amicizia sincera. Fino a quando gli eventi non travolgeranno anche quel rapporto scoperchiando a Rocco un abisso di disgusto e sudiciume.

Maria Dorigatti è riuscita in questo suo secondo romanzo a mescolare temi importanti che convergono tutti sul piano di una giustizia sociale vacillante, di un’etica che ci mette alla prova, di immagini brillanti che ci allettano, di scene del passato che filtrano nostalgiche per far risuonare valori profondi, veri, giusti. L’infanzia di Rocco nei ricordi che lo arricchiscono delle estati al mare, dei raduni natalizi, rappresentano delle fondamenta solide. Che le prove della vita non sradicano. Si tratta di capire quale sia la strada migliore da seguire per usare quei valori in modo vincente contro gli abusi della spregiudicatezza.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...