Le Spose Sepolte


Per questioni di tempo e organizzazione, non seguo più gli eventi e il calendario. Se siete interessati a una presentazione dei miei libri potete mettervi in contatto con ufficiostampa@mariluoliva.net

Annunci
Pubblicato in editoria, femminicidio, Nessuna più, presentazioni, racconti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | 8 commenti

Il caso sbagliato di Davide Pappalardo

Racconto di Davide Pappalardo

Qualcuno mi aveva ordinato di seguirla. E di non parlarle. Non subito almeno.

Chi era quella ragazza e perché dovevo starle alle calcagna con la bocca cucita?

Non lo sapevo. Il mio unico obbligo, per il momento, era di correrle dietro come un mastino con le corde vocali recise.

(Immagine di Nataly Crollo illustrator)

Bell’affare. In quei giorni non avevo mica tempo da perdere in capricci e misteri insondabili. Dovevo, non necessariamente nell’ordine, procacciarmi clienti, scucire soldi per le bollette e scappare a gambe levate davanti ai creditori. Per quest’ultima ragione spesso e volentieri dormivo della grossa. Mi rimpinzavo di energie che poi bruciavo coi miei scatti da centometrista per evitare gli accattoni a cui dovevo denaro. Continua a leggere

Pubblicato in racconti, Uncategorized | Contrassegnato | Lascia un commento

Neve sporca di Massimo Marcotullio (Todaro)

Recensione di Nuela Celli

Neve sporca è un romanzo dal ritmo veloce, una storia che a tratti assume i toni di un thriller psicologico, in altri ricalca il giallo classico, nella sua struttura più ortodossa, mentre in altri ancora si tinge di noir, con dei picchi di cupa efferatezza. Eppure, nonostante ciò, la cifra ironica è talmente marcata e pervasiva da renderlo una lettura spesso esilarante, grazie alle battute mordaci dei dialoghi e alla caratterizzazione divertente e divertita del protagonista principale, un investigatore privato vecchia maniera e dotato di una determinazione cieca, e dal suo più fidato amico, un ispettore capo della polizia che accetta pochi consigli e non si piega alle gerarchie, accomunati dalla passione per il proprio lavoro, per la verità e per le rimpatriate accompagnate da abbondanti libagioni.

Ed ecco che la coppia si presenta. Il protagonista:

«“BEO FULMINAZZI, INVESTIGAZIONI PRIVATE”.

Sorrisi, sardonico.

Investigazioni private: ma chi vogliamo prendere per i fondelli?

Non avevo un nuovo caso da quasi sei mesi e anche l’ultimo non era stato granché.

Non so cosa avrei dato per un cliente, in quel momento.

Un cliente qualsiasi.

E non per i soldi, ai quali ho sempre badato pochissimo. Da un anno a quella parte, oltretutto, non avevo problemi a tirare avanti; campavo più che decentemente anche senza bisogno di lavorare. E poi non sono uno che ha chissà quali pretese.

No, no, non per i soldi.

Ma per tenermi impegnato, per riempire il vuoto.» Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | 1 commento

GRANDANGOLO: Uomini e Cani di Omar Di Monopoli (Adelphi, 2018)

Risultati immagini per uomini e cani omar di monopoliRecensione di Marco Valenti

Se non fosse stato per Adelphi che ha recentemente ripubblicato “Uomini e cani” sarei ancora a girarmi i pollici in attesa di recuperare qualcosa di Omar Di Monopoli, indeciso su quale dei suoi romanzi fare mio per primo. Visto che quello ristampato è il suo esordio, quale occasione migliore per avvicinare un autore che da tempo avevo messo nel mirino? Detto e fatto. Occorre fare una breve premessa prima di addentrarci nell’analisi del testo. Non si tratta di una mera operazione commerciale ma di un restyling vero e proprio, dal momento che il lavoro di restauro non riguarda solo il passaggio da una casa editrice all’altra. È il testo quello che ha subito i maggiori “aggiustamenti”. Anche se Di Monopoli ha cercato di mantenere intatto lo scheletro narrativo del romanzo provando a rimuovere la polvere che nel corso degli anni si era depositata tra le pagine, il risultato lascia inalterate portata e potenza del romanzo. I ritocchi non sono che piccoli assestamenti che l’autore sentiva necessari ma che la maggior parte di chi lo lesse a suo tempo rileggendolo oggi non riuscirebbe a scovare. Scendendo nel dettagliom secondo l’autore “Uomini e cani” è in qualche maniera un libro diverso, del tutto nuovo. Un figlio perduto e ritrovato, che non si è mai smesso di portare nel cuore. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: Grandangolo | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Joe Lansdale: in fondo alla palude” di Seba Pezzani (Perrone)

Risultati immagini per Joe Lansdale: in fondo alla palude di Seba Pezzani perroneRecensione di Marco A. Piva

Seba Pezzani (nella prima foto sotto, a sinistra) è un esperto traduttore, musicista e anche autore di alcuni libri di non-fiction; Joe (R.) Lansdale (nella prima foto sotto, a destra) è uno degli autori statunitensi più prolifici, amatissimo anche in Italia dove è spesso stato tradotto proprio dallo stesso Pezzani. I due sono diventati amici quando Seba ha agito da interprete per Joe in una serie di incontri con il pubblico nel nostro Paese, in particolare in “Dal Mississippi al Po” che aiuta anche a organizzare a Piacenza.

Chi altri, dunque, avrebbe potuto assumersi l’impegno di scrivere una biografia di Joe Lansdale, se non uno che lo conosce intimamente, che più volte ha passato del tempo addirittura nella casa dell’autore, nell’impronunciabile Nacogdoches, nel Texas orientale, nota come la più vecchia cittadina del Texas e patria del primo pozzo petrolifero e del giardino di azalee più esteso dello Stato della Stella Solitaria? Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , , | 2 commenti

Sul comodino della Rambaldi: “Dove il destino non muore” di Elisabetta Cametti (Cairo Editore)

Risultati immagini per "Dove il destino non muore" di Elisabetta Cametti (Cairo Editore)Elisabetta Cametti – Laurea in economia e commercio alla Bocconi – vive tra Milano e Londra e si occupa di editoria (nella foto sotto). La stampa l’ha definita la signora del thriller italiano, ha pubblicato i romanzi: I guardiani della storia e Nel mare del tempo per la serie K (Il personaggio Katherine Sinclaire è il contraltare femminile di Robert Langdon, l’eroe dei romanzi di Dan Brown) e Il regista e Caino per la serie 29.

I suoi libri sono pubblicati in 12 paesi.

Isola d’Elba – Theodore Sinclaire, guardiano dei musei nazionali delle residenze napoleoniche, fissa i trompe l’oeil dei segni zodiacali sul soffitto. Muri che nascondono enigmi. Tra un po’ gli uomini che gli danno la caccia faranno irruzione. Gli allarmi stanno già suonando. Ha ancora 5 minuti per mettere in salvo la sua cagnolina.

È riuscito a mantenere la promessa.

Ha portato a termine la sua missione. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Chimica impura” di Anna Allocca (Eclissi Editrice)

Risultati immagini per Chimica impura, di Anna Allocca (Eclissi)Recensione di Raffaella Tamba

Spesso la struttura di un romanzo giallo è quella di una serie di cerchi concentrici che, uno dopo l’altro, avvicinano sempre più il lettore al centro della soluzione. Anna Allocca (nella foto, sotto) ha scelto invece una tecnica diversa e molto efficace: quella di un solo cerchio esterno che ruota intorno al perno dell’omicidio commesso ma che non vi si avvicina mai: il lettore ha l’impressione, per tutto il romanzo – come del resto i poliziotti protagonisti che indagano – di non avvicinarsi mai alla soluzione. Pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo, una giostra di personaggi ruotano intorno al delitto, rimbalzandosi a vicenda colpa e innocenza, movente ed alibi, senza dar adito ad alcuna intuizione risolutiva. L’effetto di coinvolgimento è stupefacente! Ogni capitolo si colloca in un preciso momento cronologico che è definito dal suo stesso titolo, in una sorta di tapis roulant che porta avanti e indietro la scena tra i giorni precedenti il delitto, il giorno stesso ed i giorni successivi. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Qual è la via del vento” di Daniela Dawan (edizioni e/o)

Risultati immagini per "Qual è la via del vento" di Daniela DawanRecensione di Patrizia Debicke

Una famiglia di italiani ebrei costretti a fuggire dalla Libia, perseguitati alla fine degli anni Sessanta. Il ritorno a Tripoli di Micol, non più bambina, sulle tracce del suo passato e di una sorella perduta. “Qual è la via del vento” di Daniela Dawan è una storia sorprendente e purtroppo ancora troppo attuale. Nel giugno del 1967 allo scoppio della Guerra dei Sei Giorni per la strade di Tripoli si scatena l’inferno. Ḕ cominciata la caccia all’ebreo, i cimiteri e le sinagoghe vengono profanate, i loro negozi depredati e le loro case marchiate con il gesso come era già avvenuto anni prima in occasione del pogrom del 1945. Nel 1967 Micol ha appena nove anni ma da un momento all’altro, il mondo le crolla addosso. Il suo paese è diventato pericoloso, una trappola, bisogna andar via, lontano. Dopo i primi angosciosi momenti, che poi diventeranno ore (gli altri bambini sono tornati a casa, lei è rimasta da sola a scuola, la madre superiora ha paura e lei passerà la notte con una giovane suora) i genitori riusciranno finalmente ad andare a prenderla. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento