APPUNTAMENTI 2017

 

20 agosto – Senigallia:

Continua a leggere

Pubblicato in editoria, femminicidio, Nessuna più, presentazioni, racconti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 1 commento

L’apparenza delle cose di Elizabeth Brundage

Recensione di Piera Carroli

L’apparenza delle cose di Elizabeth Brundage, traduzione di Costanza Prinetti

Editore: Knopf Doubleday 2016 (trad. italiana per Bollati Boringhieri, 2017)

Arriva finalmente la ‘revisione’ degli anni Sessanta e Cinquanta dal punto di vista femminile, con personaggi epici donne che si parlano oltre le generazioni e la morte.

Il primo romanzo di cui vi parlo oggi è L’apparenza delle cose di Elizabeth Brundage (nella foto a fianco) – un noir letterario metafisico, un romanzo che ci presenta uno spaccato dell’America da una ex fattoria Hale a Chosen. All’inizio degli anni Sessanta la campagna si sta velocemente trasformando nel playground dei ricchi e degli accademici di New York sulla pelle del collasso economico degli agricoltori falliti. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: LA CURA di Arno Camenisch (KELLER editore)

Arno Camenisch (1978) nato e cresciuto a Tavanasa nei Giorgioni, scrive in tedesco e in romancio sursilvano (nella foto sotto). Ha studiato all’istituto svizzero di letteratura di Bienne, città dove vive e lavora.

I suoi testi sono tradotti in venti lingue. In Italia sono stati pubblicati Sez Ner (Edizioni Casagrande), Dietro la stazione e Ultima sera (Keller editore).

Dopo Le nostre anime di notte di Kent Haruf ecco un altro ritratto di un’anziana coppia e se nel romanzo di Haruf i due protagonisti non sposati vengono ostacolati nel loro desiderio di stare insieme da figli e parenti, per la coppia regolarmente coniugata di Camenisch gli ostacoli arrivano dalla vincita di un soggiorno di quattro giorni presso un elegante albergo a cinque stelle in Engadina. Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento

Sul comodino della Rambaldi: A DISABILANDIA si tromba di Marina Cuollo (Sperling & Kupfer)

 

Marina Cuollo, nata a Napoli nel 1981, è laureata in Scienze biologiche e Dottore di ricerca in processi biologici e biomolecole. Grafica pubblicitaria per scelta e mestiere, ha collaborato come autrice con il portale Pianeta Donna. Si occupa di discriminazioni e pregiudizi legati al mondo della disabilità fisica. Finalista della IX edizione del Concorso artistico-letterario «Il Volo di Pègaso». A Disabilandia si tromba è il suo primo libro.

È la storia di una donna napoletana tenace, intelligente e spiritosa, una guerriera che non ha mai mollato, orgogliosa portabandiera alle olimpiadi e capitana della nazionale italiana.

Marina Cuollo, affetta da una patologia rarissima, un centinaio di casi in tutto il mondo, unico caso in Italia, ha scritto questo libro per rompere gli schemi e sconfiggere molti cliché e pregiudizi sulla disabilità e per quelli che per abitudine etichettano senza sapere e che sono spaventati da tutto quello che non conoscono. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La fidanzata di Michelle Frances (Casa Editrice Nord)

Recensione di Patrizia Debicke

In copertina, una sfavillante superficie azzurra, con una bella ragazza bruna che nuota in quella che scopriremo presto essere una bella piscina sotterranea. Che si trova nel lussuoso seminterrato della bella villa dei Cavendish nel cuore di Londra. Gente ricca, beneducata e spaventosamente raffinata. Per loro contano ancora l’accento, la scuola che hai frequentato, il giro delle amicizie e, a ogni nuova generazione è d’obbligo regalare ai figli il “grand tour”: un giro ad alto livello per l’ Europa, l’America ecc… Insomma non si fanno mancare proprio nulla.

La villa, che ospita questa bella piscina, è gestita e dominata da Laura, donna molto attraente, una cinquantenne dotata di stile ed eleganza, produttrice televisiva di successo e fino ad allora sola presenza femminile importante nella vita dell’unico erede e figlio, il ventitreenne, Daniel. Ma Laura in fondo all’animo continua a sentirsi una donna non appagata. Il lavoro sì, ma poi? Il suo matrimonio, da troppi anni si regge su una tenue finzione di facciata e lei sa bene di essere troppo mammona nei confronti di suo figlio al quale dedica e ha dedicato troppo tempo e troppe attenzioni. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: LA SCOMPARSA DELL’OMBELICO di ÉMILIE DE TURKHEIM (Edizioni Clichy)

“Da 255 giorni ormai, tu cresci e io ingrasso. Ti porto dentro di me. All’inizio non eri pesante, non abbastanza. Era difficile capire come vestire il tuo corpo da granello di sabbia.

Se nasci oggi, non ti mancheranno tessuti morbidi con cui ricoprire la tua pelle appena uscita dall’acqua, pesciolino mio, bambino mio.

Mi domando se hai capelli. Tuo fratello non ne aveva, o al massimo molto chiari e fini che si notavano solo carezzandogli la testa. Dentro di me puoi restare ancora un po’.

Ho appeso dei fiori. Sono al sole, nel nostro nuovo giardino tascabile.

Ci sdraieremo sul lettino. Tu prenderai il mio seno nella tua bocca.

Ce ne staremo lì, ad ascoltare Parigi”.

Émilie de Turckheim (nella foto sopra), Lione, 1980, pubblica il primo romanzo Les amants terrestres nel 2004  ma il successo arriva con Una primavera tranquilla pubblicato in Italia dalle Edizioni Clichy che presto darà alle stampe anche la sua ultima fatica, Popcorn Melody. Con La scomparsa dell’ombelico l’autrice ha vinto il premio Roger Nimier 2015.

Émilie, scrittrice e modella, vive a Parigi in un piccolo appartamento con l’adorato figlio Marius e F. che è dolce e buono.

Gioia e paura si alternano quando vede la stanghetta azzurra del test di gravidanza.

Una stanghetta azzurra in grado di rivoluzionare l’esistenza di chiunque. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: NOTTE IN BIANCO di LETIZIA VICIDOMINI (Homo Scrivens Editore)

Letizia Vicidomini (nella foto sotto) è nata a Nocera Inferiore (SA) ma lavora a Napoli da vent’anni.

È speaker per le maggiori emittenti nazionali e regionali (RTL 102.5, Kiss Kiss, Radio Marte, Radio Punto Nuovo) attrice e voce pubblicitaria.

Ha pubblicato i romanzi Nella memoria del cuore e Angel (Akkuaria Editore), Il segreto di Lazzaro (Centoautori), La poltrona di seta rossa e Nero. Diario di una ballerina (finalista al Garfagnana in giallo del 2015) per Homo Scrivens.

Qualcuno insegue la tabaccaia nei suoi soliti giri.

La sessantenne sciatta che porta malissimo i suoi anni é depositaria di un segreto che potrebbe tradire, sa troppo e che può diventare pericolosa.

Quella mattina Andrea Martino mentre rinvasa le piante del terrazzo, viene chiamato dal suo vice, Michele, ora promosso a capo della squadra. Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | 1 commento

Sul comodino della Rambaldi: DENTRO L’ACQUA di Paula Hawkins (PIEMME)

La giornalista Paula Hawkins vive a Londra ed è autrice del bestseller internazionale La ragazza del treno, il thriller che ha venduto più di 18 milioni di copie nel mondo in meno di due anni da cui è stato tratto l’omonimo film con Emily Blunt.

Solo in Italia il libro ha venduto un milione di copie senza mai lasciare le classifiche.
Dentro l’acqua, è considerato l’evento editoriale dell’anno pubblicato in quaranta Paesi.

Quando due poliziotti vanno a cercarla, Julia Abbott detta Jules, pensa subito al peggio, sua sorella Nel si è suicidata nello “stagno delle annegate” di Beckford nel nord dell’Inghilterra ed è costretta a fare ritorno al paese natale per occuparsi della nipote Lena rimasta orfana.

Le ferite sul cadavere sono compatibili con una caduta dall’alto ma la ribelle Lena è sicura che sua madre si sia suicidata per colpa sua e che non abbia lasciato biglietti solo per creare mistero, mentre Jules è certa che la sorella non si sia buttata. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , , | 3 commenti