Le Spose Sepolte – Tour

PROSSIME PRESENTAZIONI DELLE SPOSE SEPOLTE:

Sabato 23 marzo – Porto San Giorgio

Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in editoria, femminicidio, Nessuna più, presentazioni, racconti, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | 8 commenti

Anthology a Bologna il 2 aprile al MAMbo!

Nessuna descrizione della foto disponibile.

“Nata nell’ambito del Festivaletteratura di Mantova – all’interno del progetto europeo READ ON –, vede finalmente la luce la prima antologia curata da giovani lettori dai 14 ai 19 anni (nella foto sotto, una classe delle Aldini Valeriani di Bologna che ha aderito al progetto READ ON).

Il volume nasce dalla partecipazione di oltre 200 adolescenti da tutta Italia, e raccoglie 16 racconti, ben bilanciati tra classici e contemporanei, con testi di autori come Chimamanda Ngozi Adichie, Jorge Luis Borges, Aidan Chambers Italo Calvino e Michele Mari.

L’antologia sarà presentata a Bologna il 2 aprile alle 14.30 al MAMbo, il Museo d’Arte Moderna di Bologna . Ingresso gratuito

Risultati immagini per mambo bologna

Intervengono la scrittrice e docente Marilù Oliva e la docente Rita Comelli, con letture a cura degli allievi dell’Istituto Tecnico Aldini”

Pubblicato in eventi, teen | Contrassegnato , | 1 commento

“Dracula ed io” di Gianluca Morozzi (TEA)

Recensione di Patrizia Debicke

Scopriamo subito in Dracula ed io, il nuovo romanzo di Gianluca Morozzi, che il famoso Dracula è un vampiro molto più vecchio di quanto ci abbia raccontato Bram Stoker. Un vampiro poi crudele e sanguinario, certo, ma che rigetta con sdegno la fama di impalatore che gli hanno attribuito. L’equivoco è nato perché lui, al momento giusto si è limitato a prendere il posto e il nome del crudele Vlad Dracul di Valacchia, ma dopo che questi aveva commesso le peggiori nefandezze e stragi. La sua diciamo “vampiraggine” invece è ben più antica. Insomma, risalirebbe addirittura all’epoca dell’impero romano.

Ḕ morto e rinato tante volte, ha corso forse troppi rischi tanto che ha qualche problema degno di un lettino di psicanalista, ha qualche acciacco dovuto a una maledetta scheggia di metallo piantata nel cranio, tuttavia è sempre al pezzo e sotto pressione. Deve guardarsi da Primo, suo mortale nemico e creatore che ha barbaramente ucciso le sue mogli e, da secoli, tenta di farlo fuori. Comunque finite le fisime di stare attenti al sole e roba del genere. Con il piacevole aspetto fisico di Robert Downey e l’eleganza di venti centimetri in più, va e viene tranquillamente. Ormai ha imparato come muoversi di giorno. Basta portare un cappello, vestirsi nel modo giusto e camminare il più possibile all’ombra (Bologna, con i suoi portici, è ideale). Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

GRANDANGOLO: “LA CINA IN DIECI PAROLE” di YU HUA (FELTRINELLI)

Recensione di Marco Valenti

La Cina è molto più vicina di quello che siamo soliti pensare. La penetrazione della cultura cinese nel nostro quotidiano ha ormai raggiunto una profondità che solo fino a qualche anno fa era impensabile. Personalmente tutto questo non mi ha mai creato problemi, anzi, sono da sempre entusiasticamente affascinato dalle culture orientali. Non faccio parte di quella pletora di ottusi che vedono nel “cinese” il nemico da combattere perchè privilegiato da normative eccessivamente permissive in ambito fiscale e contributivo. Sono stufo di avere sempre un nemico cui dovermi contrapporre. È un atteggiamento che mi logora l’anima e che considero privo di ogni tipo di raziocinio ed intelletto.

Ragion per cui un libro come questo di Yu Hua diventa per me un’autentica manna dal cielo. Un vademecum che mi avvicina ulteriormente alle tradizioni asiatiche senza la pesantezza di testi più “elevati” che forse di elevato hanno solo il prezzo e il numero delle pagine. La chiave di lettura è questa e solo questa. Uno strumento alla portata di tutti per potersi avvicinare ad un mondo che culturalmente sta realmente dall’altra parte del mondo. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: Grandangolo, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

“I tempi nuovi” di Alessandro Robecchi (Sellerio)

 Recensione di Patrizia Debicke

Ottava avventura di Carlo Monterossi, il protagonista di Alessandro Robecchi, che a occhio direi che non assomigli molto al suo papà e creatore, salvo forse per certe impuntature di ribellione allo status quo. Ma Carlo Monterossi è un ricchetto secondo il metro di Robecchi, (o un riccone, e buon per lui, visto da noi poveri middle class). Insomma Carlo Monterossi è uno che se la cava bene finanziariamente, vive di lusso in uno splendido appartamento a Porta Venezia, sotto l’ala benevola e protettrice dalla governante, cuoca provetta e tata amorevole, Katrina. E spesso la fastosa presenza notturna di una compagna con i fiocchi.

Immagine correlata Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Intervista a Simone Gambacorta

di Caterina Falconi

Intervista al critico letterario Simone Gambacorta,

curatore della riedizione del romanzo “Tempo grande”

di Gian Luigi Piccioli, per Galaad Edizioni

Tempo grande è l’implosione degli eventi da tutto il mondo contemporaneo in uno studio televisivo romano, a Piazza di Spagna, e coinvolge la condizione esistenziale di chi ci lavora. A tale implosione corrisponde l’esplosione del potere totalizzante della tv”. Questo uno stralcio della tua intervista a Gian Luigi Piccioli, destinata a sfociare, successivamente, nel libro “Tempi simultanei”. La mia decisione di filtrare il romanzo attraverso il tuo punto di vista è scaturita, appunto, dalla percezione di un fitto, indistricabile scambio intellettuale tra te e l’autore, a mio avviso ineludibile. Sono anni che ti seguo e conosco questo tua attitudine all’innamoramento speleologico di certi scrittori, che è sempre confluito in appassionati testi critici. Vorresti spendere qualche parola, per i lettori di Libroguerriero, sulla trama del libro e sulla figura di Gian Luigi Piccioli? Continua a leggere

Pubblicato in interviste, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: “La vita in più” di Fabio Rizzoli (Mondadori)

Fabio Rizzoli – Bologna – ha pubblicato con Fernandel: Almanacco dei giorni migliori – Primavera e Inverno.

La vita in più è il suo primo romanzo.

Tornare alla vita comporta anche dei rischi, specie se si è abituati all’idea della morte. Per andare avanti siamo obbligati a lasciarci alle spalle il nostro cadavere

Il 26 marzo fu accettato al Pronto Soccorso del Niguarda con una richiesta di ricovero urgente per accertamenti. Da mesi non aveva più appetito, soffriva di nausea, mal di schiena e depressione.

E quello fu l’inizio di tutto.

Non riusciva ad applicarsi sul lavoro, le cose a casa andavano sempre peggio e i suoi risparmi cominciavano a esaurirsi. La depressione si stava prendendo tutto.

Aveva promesso ad Anna un futuro roseo che non era più in grado di garantirle.

Si erano conosciuti in fila al supermercato ed era stato colpo di fulmine.

Era la donna che aveva sempre sognato. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Leopardi si tinge di nero” di Jonathan Arpetti e Christina Assouad

Recensione di Nuela Celli

Leopardi si tinge di nero’ (Fanucci Editore. Collana Nero Ialiano) parte lieve, terso, con un ritmo cadenzato simile a un paesaggio marchigiano, che si presenta operoso, morbido, mai piatto né eccessivo, un rassicurante riproporsi di elementi naturali, proprio come questa storia, che intriga il lettore senza doverlo scioccare. E la curiosità si fa subito sentire, pungolante, forse proprio per questo incipit così piano. Chi è questo giovane hipster, curatissimo, che ricopre un ruolo così importante in uno dei templi della cultura nazionale e internazionale?

Davvero accattivante questa collana di noir ambientati lungo la penisola, Nero italiano, firmata Fanucci Editore, sia per la veste grafica, che trovo geniale e identificabile, sia per la forte volontà di restituire vizi e spaccati in ombra di un’Italia riconoscibile e radicata, metropolitana ma anche quieta e provinciale, tutta da scoprire. Ed eccoci a Recanati, in un luogo dalla suggestione unica, all’interno della casa del Poeta e della biblioteca, nello specifico, dove Giacomo visse i suoi anni di studio matto e disperato. Gli autori hanno scelto questo paese dalla bellezza notevole, vituperato per secoli come ‘natio borgo selvaggio’, ma in realtà cittadina incantevole e piena di fascino, dopo aver ambientato il loro primo noir, sempre per la collana Nero Italiano, poco lontano, a Macerata, con ‘Delitto dietro le quinte’, che parla di un altro luogo topico della cultura marchigiana, lo Sferisterio, un teatro all’aperto la cui acustica è stata definita perfetta e sede di diversi festival. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento