Odi et amo – A “Squola” da noi lo traduciamo così

di Marilù Oliva

copertina-lasquola-stampa3-page-001

Nel romanzo “La Squola” che ho pubblicato con LiberAria Editore, una delle voci narranti, Paola detta Pauline, una studentessa ribelle che detesta i genitori e sogna il grande amore, è appassionata di Catullo. Leggendo e rileggendo le sue poesie, decide di tentare una nuova traduzione, fedele all’originale latino ma attualizzata dallo slang e dall’oralità dei teen-ager.

Dopo infinite (e bellissime) traduzioni più o meno dotte che si sono susseguite nel corso dei secoli, per la prima volta i carmina del grande poeta veronese vengono tradotti in un linguaggio immediato, attualizzato allo stremo, sporcato di volgarismi (che non mancano, nel testo latino catulliano). Segue l’esempio del celeberrimo Odi et amo.

Ora vi spiego, verso per verso, la traduzione letterale e la trasposizione scelta da Pauline.

CARME 85 – CATULLO

ODI ET AMO, QUARE ID FACIAM FORTASSE REQUIRIS.

NESCIO, SED FIERI SENTIO ET EXCRUCIOR.

 

squola2TRADUZIONE LETTERALE

Ti odio (ODI, lett. ti ho presa in odio, perché è un perfetto) e ti amo (AMO). Forse (FORTASSE) tu mi domandi (REQUIRIS) perché (QUARE) io faccia (FACIAM) questo (ID). Non lo so (NESCIO), ma sento (SENTIO) che accade (FIERI) e brucio (EXCRUCIOR, verbo che rende molto bene l’idea della sofferenza bruciante derivata da un amore ferito)

TRADUZIONE DI PAULINE

“Ti odio (ODI, lett. ti ho presa in odio, perché è un perfetto) e ti amo (AMO)” diventa: Ti odio poi ti amo. 

“Forse (FORTASSE) tu mi domandi (REQUIRIS) perché (QUARE) io faccia (FACIAM) questo (ID)” diventa: Vuoi sapere perché?

“Non lo so” (NESCIO) diventa: Che cazzo ne so… (dà l’idea che lui non sa proprio dove sbattere la testa, è totalmente privo di spiegazioni. Vi è mai capitato, in amore, di non riuscire a dare un motivo razionale alle vostre emozioni?)

“Ma sento (SENTIO) che accade (FIERI) e brucio (EXCRUCIOR)” diventa: Però è così e sto da cani. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in narrativa per ragazzi, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Odi et amo – A “Squola” da noi lo traduciamo così

  1. Patrizia Debicke ha detto:

    Evviva!

  2. Pingback: L'Istat certifica il coma profondo per la lettura in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...