Archivi tag: longanesi

“Un’ombra nell’acqua” di Catherine Steadman (Longanesi)

Recensione di Patrizia Debicke  «Norfolk, oggi. La terra è pesante, compatta, sembra non finire mai. Erin scava da tre quarti d’ora e le sue forze cominciano ormai a cedere, insieme alla determinazione. Ma non ha scelta, deve continuare. Nonostante la … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: “Terminal List” di Jack Carr (Longanesi)

Jack Carr è stato per anni un tiratore scelto dei Navy Seal. Da quando si è ritirato dalla carriera militare, vive con la moglie e i tre figli nello Utah. Terminal List è il suo primo romanzo. Come posso tornare … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento

“Il gusto di uccidere” di Hanna Lindberg, Longanesi

Recensione di Patrizia Debicke Hanna Lindberg torna in libreria, sempre per Longanesi Editore, con Il gusto di uccidere, nuovo romanzo con protagonista la sua imparziale e accanita giornalista d’inchiesta Solveig Berg. Dopo l’indiscutibile successo di Stockholm Confidential, primo capitolo della … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

COSÌ CRUDELE È LA FINE di Mirco Zilahy (Longanesi)

Recensione di Romano De Marco Con COSÌ CRUDELE È LA FINE si conclude la trilogia di Zilahy incentrata sul commissario Enrico Mancini e il suo team investigativo. L’autore, che ha esordito nel 2016 con il grande successo di È COSI … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | 1 commento

“Fiori sopra l’inferno” di Ilaria Tuti (Longanesi)

Recensione di Raffaella Tamba Con questo suo primo romanzo, Ilaria Tuti, scrittrice friulana (nella foto sotto) con la passione per la pittura e la predilezione per i romanzi di Donato Carrisi, ha raggiunto un meritatissimo successo. Ciò che mi ha più … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: “Piuttosto il diavolo” di IAN RANKIN (Longanesi)

Ian Rankin, classe 1960, dopo essersi laureato all’Università di Edimburgo ha lavorato come vendemmiatore, porcaro, ispettore del fisco, ricercatore sull’alcolismo, giornalista musicale e musicista punk. I suoi thriller ambientati ad Edimburgo con John Rebus, un poliziotto collerico, tenace e solitario, … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , | 2 commenti

Sul comodino della Rambaldi: LA FORMA DEL BUIO di MIRKO ZILAHY (Longanesi)

  Mirko Zilahy ha conseguito un Phd presso il Trinity College di Dublino dove ha insegnato lingua e letteratura italiana. Collabora col Corriere della Sera, è stato editor per minimun fax e traduttore letterario dall’inglese (sua la traduzione del premio … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , | 1 commento

I personaggi dei libri più memorabili del 2016

di Marilù Oliva Ci avviamo verso la fine dell’anno con una classifica personalissima e ragionata dei primi dieci personaggi, a mio avviso, più riusciti di quest’anno letterario (ce ne sarebbero molti altri, ma mi sono imposta di delimitare la classifica … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Come cani selvaggi di Ian Rankin

Recensione di Marilù Oliva apparsa ieri su Huffington Post: Come già toccò a Conan Doyle che – pressato e tartassato dai suoi fan dopo che aveva reso vittima di un assassinio il suo mitico personaggio, Sherlock Holmes, ne L’ultima avventura … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | 1 commento

“Sentenza di morte” di Andreas Gruber

di Marilù Oliva Un caso editoriale, quello di Andreas Gruber (nella foto in basso). Questo autore classe 1968, che è nato a Vienna ma vive in Austria, vincitore di premi come il Vincent e il German Phantastik, ha venduto in … Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento