“Una perfetta sconosciuta” di Alafair Burke (Piemme)

Recensione di Claudio Guerra

Credo che questo sia solo il secondo romanzo pubblicato in “a solo” dalla Burke (nella foto sotto) in Italia, sempre fra quelli non appartenenti a una “serie”, dopo quelli “a quattro mani” sotto il marchio di fabbrica della Mary Higgins Clark, e già mi sento come se avessi perso qualcosa.

Soppesando infatti il volume dopo aver voltato l’ultima pagina, l’unica nota stonata che mi risuona nella mente è l’abissale discrepanza fra il titolo originale e quello scelto per l’edizione italiana. Il “Long Gone” ha un sapore diverso, un eco che risuona nella narrazione e che “Una perfetta sconosciuta” assolutamente non ha. Un rimando al passato e al Paese delle Meraviglie che l’Alice protagonista del romanzo ha deciso di lasciarsi alle spalle, o almeno ha creduto di averlo fatto. Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | 1 commento

Libri in viaggio – Cuba 1

di Elisa Della Scala

Cuba è una realtà complessa, e l’impressione che ne ho avuto è che non la si possa semplificare o ridurre a una posizione netta: né all’anti-castrismo né alla propaganda politica di cui é infarcita. Credo che prima di tutto vada assaporata e vissuta, sulla pelle e sul cuore. Poi, a digestione lenta, forse arriveranno anche i giudizi. E per parlarne ho scelto due autori molto diversi, ma che hanno in comune uno stile eccezionale nel raccontare gli anni intorno a quel punto di svolta della sua storia che è stata la Rivoluzione. Graham Greene e Reinaldo Arenas hanno scritto libri frutto di esperienze diametralmente opposte, così come opposte sono le critiche e i punti di vista. Un contrasto, perché proprio di questo credo sia fatta la meravigliosa Cuba: di contrasti.

La Habana rappresenta al meglio questo concetto: una città affascinante che ti getta addosso le sue contraddizioni ad ogni angolo, e vive di codici che richiedono tempo per essere capiti ma che del tutto non si capiranno mai. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: travel books, Uncategorized | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: oggi vi parliamo di tre libri

  • LA MADONNA DEL TOPO e altri racconti di Grazia Deledda
  • IL SANTO SPIRITOSO di Johann Wolfgang Goethe
  • CONNESSI E SOLITARI di Dario Edoardo Viganò

Edizioni EDB Lampi d’autore.

Ecco tre piccoli libri di 60-80 pagine cadauno.

La Madonna del topo e altri racconti.

Cinque bei racconti di Grazia Deledda, l’unica scrittrice italiana ad aver ricevuto il Nobel.

La Madonna del topo. Un proprietario terriero acquista a caro prezzo un dipinto raffigurante una modesta Madonna che stringe il suo bambinello con un topo grigio tra i piedi che la guarda incantato. Ai compaesani l’acquisto del quadro appare piuttosto singolare visto che i topi hanno appena devastato i campi…

Festa nel convento. Le suore di Montalto superato il gelido inverno sono costrette a indebitarsi per festeggiare degnamente la Pasqua, ma qualcuno verrà loro in aiuto…

La porta stretta. I paesani si recano alla festa del rigido prete che non perde occasione per rampognarli sulla moralità, ma mentre predica perde purtroppo di vista la giovane sorella vedova… Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

RubriCate: IL RITRATTO SCOMPARSO di Patrizia Debicke van der Noot (DBOOKS)

di Caterina Falconi

Una serie di orrendi delitti è perpetrata nella zona francofona del Belgio. Bambine bionde rapite, violate e uccise a bastonate sono rinvenute abbandonate come fantocci nei boschi. I crimini vengono commessi, con una macabra ritualità, a distanza di cinque anni l’uno dall’altro. Un mortifero anniversario celebrato da un inafferrabile psicopatico.

Adrienne Lecrouet, pittrice sessantenne quotata e ritrattista contesa nell’alta borghesia lussemburghese, amata dall’aristocrazia, celebre in Francia, artista dotata di straordinaria sensibilità e segnata da un antico dolore, si trova suo malgrado risucchiata per la seconda volta nei luoghi degli omicidi.

Proprio un suo dipinto, il ritratto delle sorelle Marie e Yacinthe, era sparito anni prima dall’elegante residenza della famiglia Massenet a Cavigny, in concomitanza con l’odiosa uccisione a bastonate della figlia maggiore e del sequestro e ferimento della piccola Yacinthe. Un assassinio simile ai successivi nella brutalità e nell’efferatezza, e probabilmente legato ad essi. Continua a leggere

Pubblicato in rubricate, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: IL CRIMINALE di Massimo Lugli (NEWTON COMPTON EDITORI)

Massimo Lugli, Roma 1955, cronista di nera a Paese Sera e a La Repubblica è fra i giornalisti più esperti di delitti e misteri metropolitani. Inizia la carriera di scrittore con il saggio-reportage Roma maledetta. I suoi romanzi, pubblicati dalla Newton Compton sono stati più volte ristampati e la Colorado Film ha acquistato i diritti per Il carezzevole e L’Adepto. Finalista al premio Strega con La legge di Lupo solitario. Ha pubblicato: L’istinto del lupo, Il Carezzevole, L’adepto, Il guardiano, L’ossessione proibita, La lama del rasoio, Gioco perverso, La strada dei delitti, Il romanzo di Mafia capitale, Stazione omicidi, Vittima n.1, Vittima n. 2, Vittima n.3 e Città a mano armata scritto con Antonio del Greco. Opinionista in molte trasmissioni televisive sui delitti è anche esperto di arti marziali dal Karate al Taiki kung allo Judo, Taekwon Do, WingTsun cinese, collezionista d’armi e ottimo tiratore. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , | 1 commento

Il giovane Aubrey di Franco Gandolfi (Parallelo45)

 Recensione di Patrizia Debicke

Molto intrigante, coinvolgente e sofferto il diario di Edward, settuagenario solo nella propria abitazione londinese nel 1944, con figlio, nuora e nipoti per fortuna trasferiti in campagna per sfuggire ai bombardamenti nemici. Benché gli alleati abbiano invaso l’Europa e si sia ormai a pochi mesi dalla definitiva sconfitta della Germania nazista, è cominciata la crudele vendetta di Hitler sui suoi peggiori nemici. Con una ultima zampata da leone ferito a morte ma non domo, ha ordinato un letale bombardamento sulla capitale inglese. Dal 13 giugno del 1944 alla fine della guerra, Londra fu sottoposta a un secondo Blitz: migliaia di micidiali missili V1 e V2, bombe volanti a lunghissima gettata lanciati da basi sul continente riuscirono a uccidere migliaia di inglesi.

Resisteremo bastardi!” Ḕ il ritornello che ci accompagna per tutta la sofferta narrazione, Edward ha scelto di non lasciare la città ma, in continua attesa del boato della prossima esplosione, deve fare i conti con l’angoscia della paura. Dell’insopprimibile angoscia legata all’incertezza su quanto e dove la prossima spaventosa bomba volante che lui chiama “la Bestia” andrà a colpire, mietendo il suo prossimo e orrido sacrificio umano. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: LA PALLINA ASSASSINA. I delitti di Falsterbo. Di Olséni & Hansen (Bompiani)

 

Christina Olséni & Micke Hansen si sono conosciuti frequentando lo stesso gruppo di tennis. Entrambi innamorati di Falsterbo, una cittadina sulla costa svedese della Scania, hanno eletto la zona a scenografia di una serie di romanzi che combinano la passione per i gialli investigativi di lei con lo stile umoristico di lui. Una nuova coppia nel panorama letterario nordico che promette di stupirci con I delitti di Falsterbo”.

Dopo I delitti del BarLume di Marco Malvaldi e gli attempati pensionati di Squadra Speciale Minestrina in brodo di Roberto Centazzo ecco un indagine svedese che coinvolge altri vecchietti.

Se è vero che le nostre aspettative di vita si sono allungate e che prenderemo la pensione sempre più tardi (l’obiettivo di non farcela avere mai è ormai assodato) proviamo a prenderla con un sorriso. Ecco un giallo umoristico per questa lunga estate calda, buono da leggere anche coi prossimi freddi. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi | Contrassegnato , , | Lascia un commento