FAMMI MALE di Francesca Bertuzzi (Mondadori)

Risultati immagini per FAMMI MALE di Francesca Bertuzzi (Mondadori)Recensione di Romano De Marco

Ana non è una ragazza come le altre. È un esperimento di laboratorio, il frutto di un amore malato, di un delirio di onnipotenza, di una forzatura alle leggi naturali. Eppure Ana ha un cuore pulsante, un cervello, un’anima… e una missione: scoprire l’identità di un assassino che, venticinque anni prima, ha ucciso una ragazza sul litorale di una tranquilla cittadina abruzzese. Chi era quella ragazza? Ana stessa, che si troverà invischiata in una indagine pericolosa vestendo, allo stesso tempo, i panni della vittima e del detective.

A Francesca Bertuzzi stanno stretti i canoni della narrativa di genere massificata, quella fatta di commissari cliché e buoni sentimenti. Quando decide di trasgredire lo fa sul serio, non si limita a piazzare qua e la qualche comportamento politicamente scorretto nelle vite di personaggi banali e già visti. Il suo ritorno sulla scena editoriale colpisce duro e ha l’effetto di una secchiata d’acqua gelida in faccia a quelli che amano essere rassicurati dalla solita minestra riscaldata, figlia di chiavi di successo commerciale ripetute allo sfinimento. Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento

FANCY RED di Caterina Bonvicini (Mondadori)

Risultati immagini per FANCY RED di Caterina BonviciniRecensione di Silvia Di Giacomo

Caterina Bonvicini ha scritto un romanzo che attraversa i generi, tocca la narrativa, sfiora la storia, parla di vendetta e di passioni forti, a volte mortali. Sullo sfondo corre il filo rosso del noir e del mistero.

Il romanzo si apre in Grecia, in una stanza d’albergo. Filippo si sveglia accanto al corpo senza vita della moglie e a una ragazza disperata.
L’uomo non ricorda né la notte di passione, di cui vi sono tutti gli indizi, né come sia stata uccisa Ludò, la moglie.

Esiste davvero la possibilità che sia stato lui, come la sconosciuta sostiene?

Non può crederlo, ma nemmeno negarlo. Così si sbarazza del corpo esanime di Ludò e spera di potersi reinventare una nuova vita. Rientra a Milano e riprende il proprio lavoro, tra incubi, ricordi e paure. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni, Uncategorized | Contrassegnato , | Lascia un commento

“Drammi quotidiani” di Paolo Panzacchi (Pendragon, collana Glam)

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Recensione di Claudio Guerra

Sono passati più di quarant’anni da quando il genio di Paolo Villaggio, esacerbando nei suoi personaggi le caratteristiche più infime che percepiva anche dentro di sé, portò nell’immaginario collettivo e nel parlato comune il concetto di “fantozziano”.

Oggi, in un XXI secolo che ci vuole costantemente attivi, anche solo nell’atto di apparire, Paolo Panzacchi declina il suo paradigma dell’essere fantozziano nei tempi moderni. Lasciata sullo scaffale del supermercato la bottiglia di Peroni formato famiglia per prendere invece quella di “prosecchino”. Abbandonate pure le velleità di continuare a essere un travet, al quale basti restare mimetizzato nel sottobosco di quelli che non fanno nulla o non sanno fare nulla, purché ci si adoperi nel compiacere il Potente in tutte le sue forme e declinazioni. In questi tempi moderni bisogna sempre essere leoni: da tastiera o rampanti, ma comunque disposti a spiccare il salto nel cerchio infuocato anche solo al comparire della frusta nella mano di chi è legittimato a detenerla. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il superstite di Massimiliano Governi (edizioni e/o)

Risultati immagini per Il superstite di Massimiliano Governi (edizioni e/o)Recensione di Patrizia Debicke

Il superstite di Massimiliano Governi è un romanzo breve, un noir con un titolo inquietante, parlante. Il narratore, che poi è il Superstite, è il protagonista di una storia terribile, ambientata – o almeno pare – nel Nord Italia. Una mattina, alle otto e mezzo il Superstite, che vive centocinquanta metri più in là, passa davanti alla casa dei genitori, vicina all’allevamento dei polli di suo padre. Stranamente le luci del giardino sono ancora accese e le imposte sbarrate nonostante sua madre abbia l’abitudine di svegliarsi molto presto e dar aria alla casa. E da sotto la porta d’ingresso esce un torrentello d’acqua. Un guasto, oppure? Perplesso, preoccupato entra lasciando la bambina nell’ingresso ad aspettarlo e scopre lo spaventoso massacro generale: padre, fratello, sorella, madre, uccisi, colpiti a morte. La sua famiglia era semplice, non certo abbiente, una famiglia di piccoli imprenditori campagnoli. Chi ha commesso un tale spietato delitto? E perché? Continua a leggere

Pubblicato in recensioni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Sul comodino della Rambaldi: “La vita sessuale delle sirene” di Andrea Malabaila (Edizioni Clown Bianco)

Risultati immagini per "La vita sessuale delle sirene" di Andrea MalabailaAndrea Malabaila vive a Torino e ha pubblicato diversi romanzi: Quelli di Goldrake (Di Salvo), Bambole cattive a Green Park (Marsilio), L’amore ci farà a pezzi (Azimut), Revolver (BookSalad), La parte sbagliata del paradiso (Fernandel) e Green Park Serenade (Pendragon).

Nel 2007 ha fondato la Las Vegas Edizioni.

Quando Leo torna al lavoro, i colleghi dell’agenzia pubblicitaria Chèvre Au Lait sono divisi tra quelli che sanno, quelli che sanno e fanno finta di non sapere e quelli che non sanno perché se ne fregano bellamente della sua vita. Ma lui arriva e si comporta come se non fosse successo nulla. Anche se sente di avere tutti gli occhi addosso, si siede e accende il computer pronto a immergersi nel lavoro. È conscio del fatto che se nessuno gli ha fatto le congratulazioni e gli ha chiesto del viaggio, è perché le voci girano anche laddove dovrebbero essere filtrate dalla distanza e dalla scarsa confidenza – nessuno dei suoi colleghi è stato invitato al matrimonio…”

Leonardo, 33 anni, attende Ilaria col suo coupé fuori da un lussuoso Hotel di Torino. Ilaria sbuca dalla porta girevole più bella che mai. È appena arrivata da San Francisco ed è lì per registrare una pubblicità. È ricca, famosa, e sempre in giro per il mondo. Un ragazzo la riconosce e si ferma a chiederle un autografo. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , | 1 commento

Festivaletteratura Mantova: gli autori dell’edizione del 2018

Ecco in ordine alfabetico gli autori dell’edizione 2018 del Festivaletteratura di Mantova che si svolgerà dal 5 al 9 settembre! Sul sito potrete trovare altre info.

Immagine correlata

Francesco Abate, Roberto Abbiati, Zahra Abdi, Guillermo Abril, Kaouther Adimi, Simonetta Agnello Hornby, Antonio Albanese, Giovanni Albanese, Bachtyar Ali, Andrea Anastasio, Carlo Annese, Giuseppe Antonelli, Dario Argento, Daniele Aristarco, Tullio Avoledo,

Paolo Bacilieri, Carlo Barbante, Guido Barbujani, Magdalena Barile, A. Igoni Barrett, Elisabetta Bartuli, Elif Batuman, Takoua Ben Mohamed, Arnaldo Benini, Federico Bertoni, Enzo Bianchi, Leonardo Bianchi, Francesco Bianconi, Giovanni Bietti, Giorgio Biferali, Karin Bojs, Fabrizio Bolivar, Christopher Bollen, Emanuele Bompan, Silvia Borando, Irene Borgna, Brunhilde Borms, Fabio Bortesi, Diana Bosnjak Monai, Bruno Bozzetto, Francesca Bria, Luca Briasco, Riccardo Bruscagli, Massimiano Bucchi, Elisabetta Bucciarelli, Giulio Busi, Continua a leggere

Pubblicato in editoria | Contrassegnato , | 1 commento

Sul comodino della Rambaldi: “La maledizione della croce sulle labbra” di Arona e Rosati (Edizioni INK)

Risultati immagini per La maledizione della croce sulle labbra di Arona e Rosati (Edizioni INK)Danilo Arona, 1950, giornalista, scrittore, musicista e ricercatore di storie ai confini della realtà, critico cinematografico e letterario. I suoi articoli e saggi sul cinema horror e fantastico gli hanno tributato il titolo di Stephen King italiano.

Edoardo Rosati, 1959, laureato in medicina, giornalista specializzato nella comunicazione medico-scientifica, ha scritto libri sull’argomento, è autore di narrativa Medical thriller e ha fondato la casa editrice Punto Zero.

Come nei film: World war, Contagion, La città verrà distrutta all’alba, E venne il giorno, Virus letale, Cassandra Crossing e molti altri, ecco un thriller che vede propagare una terribile epidemia. L’infettivologo Alessandro Vegas cerca di lanciare l’allarme ma viene ostacolato dalle autorità locali e l’epidemia si allarga a macchia d’olio spinta da untori fondamentalisti decisi a morire per il loro ideale. I cadaveri vengono ritrovati con una misteriosa croce purulenta sulle labbra.

All’Isola di Guana nelle Antille l’infettivologo Alessandro Vegas 48 anni, abbronzato e mai sazio di donne (al contrario del fratello Pellegrino che si è fatto frate in Italia), lavora all’ospedale di Corralejo e da una settimana è invaghito dell’assistente Raquel. Ma quando rientra a casa qualcuno ha tracciato una scritta in vernice rossa sulla sua porta: EXU VIVE. Continua a leggere

Pubblicato in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento