“Noi quattro nel mondo” di Francesca Cerutti (Bookabook)                      

Sul comodino della Rambaldi

Francesca Cerutti – Milano – Nutre da sempre un grande amore per la scrittura e le lingue straniere. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Lingue per l’impresa, ha deciso di specializzarsi in traduzione.

Noi quattro nel mondo è il suo romanzo d’esordio.

“La libraia comparsa dal nulla sembrava una Lady Diana minuta. Non doveva avere più di venticinque anni, ma ogni tanto aveva qualcosa della donna matura, della mamma premurosa. Non lo conosceva e in pratica gli stava già regalando una copia dei Fiori del male di Charles Baudelaire… chi le diceva che lui sarebbe davvero tornato indietro, appena avesse avuto più soldi con sé, per pagare il libro? Si erano presentati e aveva scoperto che lei si chiamava Lylie. D’un tratto gli era parso di non essere più così solo.

“Posso sul serio prendere il libro?”

“Certo…”

“Grazie. Tornerò, te lo pagherò, giuro.”

“Mi farebbe piacere se tornassi.”

“Tornerò un giorno in cui starò bene.”

Bookabook è un nuovo modo di vedere l’editoria e il rapporto tra scrittore e lettore. È  un libro scelto dagli editor e dai lettori che l’hanno sostenuto, preordinandolo, dopo aver letto l’anteprima.

Come funziona? L’editore lancia una campagna di crowdfunding della durata di 100 giorni e se vengono pre-ordinate almeno 200 copie si procede alla pubblicazione. Ed è solo dopo essere stato apprezzato da molti lettori che è nato Noi quattro nel mondo, la storia dei giovanissimi Lylie, Océane, Kevin ed Eric che si incontrano casualmente in una libreria di Parigi per non lasciarsi più.

Parigi – estate 2013 – Kevin, 19 anni, è bravissimo a scrivere e inventare storie, ma è altrettanto impacciato con le persone.  È  diventato uno scrittore di successo per caso pubblicando un libro a diciotto anni, ma non  ha mai baciato una ragazza. È innamorato di Sophie, ma non sa come dirglielo. Vorrebbe parlarle ma gli manca il coraggio e scrive lettere che puntualmente cestina. Kevin è anche vessato dall’editore che attende il suo secondo romanzo, ma la sua pagina resta inesorabilmente bianca.

(la recensione prosegue a p. 2)

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...