“Il libraio innamorato” di Gianluca Morozzi (Fernandel)                

Sul comodino della Rambaldi

Gianluca Morozzi – Bologna – Direttore editoriale della Fernandel ha raggiunto il grande pubblico col romanzo Blackout, un thriller interamente ambientato in un ascensore. È conduttore radiofonico, musicista,  tiene corsi di scrittura creativa e ha pubblicato i romanzi: Dieci cose che ho fatto ma che non posso credere di aver fatto, però le ho fatte, Accecati dalla luce, L’era del porco, Chi non muore, Lo specchio nero, Despero, Colui che gli dei vogliono distruggere, Gli annientatori, Dracula ed io e decine di racconti per antologie.

“Da me è venuto uno che voleva un vocabolario, io gliene ho fatto vedere uno e quello si è indignato: C’è scritto Dizionario, mi ha detto”.

“Grandissima differenza, tra dizionario e vocabolario”.

“Per lui sì. Mentre provavo a spiegargli che sono praticamente la stessa cosa, se n’è andato stizzito smozzicando improperi contro la mia incompetenza. Come se io avessi chiesto all’oste una bottiglia di bianco e lui mi avesse dato del rosso”. Erano andati avanti così per un po’, tra un boccone di formaggio e un bicchiere di vino. Poi la loro pausa pranzo era terminata ed erano andati a riaprire le rispettive librerie senza che, come già detto, nulla di significativo accadesse.”

Il timido libraio Alessio Barbieri di Camere separate è perdutamente innamorato della libraia Monica D’Angelo. Sogna di sposarla, di unire le rispettive librerie e di far giocare i loro figli nel reparto libri per bambini,  anche se, per  ora, si accontenta di guardarla all’Osteria del Sole, quella dove l’oste ti dà solo il vino e il mangiare te lo devi portare da casa tu.   

Monica si  è traferita a Bologna dopo aver letto Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Brizzi e non se n’è più andata. Alta,  capelli corti, non è  propriamente una bellezza ma è  intelligente e romantica e ad Alessio piace un sacco. Il garbato corteggiamento tra i due ricorda  a tratti quello tra Meg Ryan e  Tom Hanks, i due librai di C’è posta per te.

(la recensione prosegue a p. 2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...