“Tu sei mio, io sarò tuo”, la storia di Federico II e del suo falcone Francisio

Recensione di Matteo B.

“Tu sei mio, io sarò tuo” è un romanzo scritto da Lina Maria Ugolini e illustrato da Nadia Campanotta, pubblicato da rueBallu. Il libro racconta la vita di Federico II di Svevia a partire da quando lui era piccolo piccolo e la sua mamma Costanza d’ Altavilla pensava a che nome dargli. Venne in suo aiuto il falco Francisio, suggerendole il nome di Federico poiché nel significato delle lettere sono racchiuse la pace e la potenza.

L’animale si rivela poi a Federico quando sua madre morirà:

“Il mio nome è Francisio. Dal tempo illimitato dei cieli seguo il destino e le virtù dei regnanti. Da questo momento non sarai più solo, re Federico II. Io sarò la tua guida, il tuo maestro segreto”.

Il protagonista resta orfano  a quattro anni. Ha trascorso a Palermo i primi anni della sua vita, terra di aranci e di limoni, ammirando i colori splendenti dei mosaici bizantini. Il libro continua raccontando la vita di questo fanciullo che legge libri in diverse lingue e viene sempre aiutato dal falco Francisio. Si tratta di una creatura straordinaria nata da un sortilegio, in un tempo senza tempo.

Questo grande sovrano diventerà adulto dopo aver cercato la conoscenza nell’ arte, nei libri, nelle culture diverse e nei colori che si possono trovare nei mercati. Fondamentale per lui è l’assimilazione del mondo arabo, della sua sapienza e dei sui misteri:

“Sappi che lo zero è il punto di origine di qualsiasi successione (…) Contiene l’invisibile eppure esiste. Nulla toglie, nulla sottrae”

Un libro molto bello, ve lo consiglio perché una volta letto saprete tutta la storia di Federico II, un personaggio importante, dalla mente aperta e veramente affascinante. Anche i disegni sono da dieci e lode, delicati ma potenti. Mi ha colpito molto quello di pagina 29, dove c’è una scala lunghissima che sembra portare verso un pianeta, forse in riferimento al fatto che la madre Costanza sta morendo e non sarà più in questo mondo.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...