“Anime qualunque” di Chiara Ferraris (Sperling & Kupfer)

Una città che Chiara Ferraris descrive con passione, emozionante e suggestiva, che sa essere “testarda”, che “non si fa conquistare facilmente” né “stravolgere del tutto”, con i suoi monumenti, il suo patrimonio artistico, ma anche con la sua particolare conformazione, quelle caratteristiche che la rendono unica, capace di racchiudere tante realtà tutte assieme, in cui è possibile “passeggiare sulla spiaggia o ritrovarti tra i container del porto o vedere la neve sui colli più in prossimità, nelle rigide giornate invernali” ma anche “immergerti nel buio dei carrugi o nella luce del sole che entrava dalle ampie vetrate di palazzi magnifici”. Una città che profuma di libertà, coraggio e rivoluzione, ma anche capace di avvolgere come una tenera carezza che fa battere il cuore, straordinaria cornice di una storia profonda che lascia in chi la legge l’eco ancora vivida di quelle anime appassionate, “anime eterne” inesorabilmente destinate le une alle altre.

Un accenno merita in conclusione anche la veste grafica del romanzo, che colpisce per la copertina dall’immagine evocativa e il colore acceso capaci di catturare immediatamente l’attenzione del lettore.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...