LA TORCIA                                   

Sul comodino della Rambaldi

Marion Zimmer Bradley – 1930/1999 – laureata in letteratura è stata a lungo ricercatrice alla University of California di Berkeley e ha esordito nel 1961 col romanzo The Door Through Space. Nel 1962 il ciclo di narrativa fantastica Darkover l’ha resa famosa a livello mondiale. Nel 1983 ha pubblicato Le nebbie di Avalon considerato il suo capolavoro, ai vertici delle classifiche in tutto il mondo. È autrice di oltre sessanta romanzi e numerose raccolte di racconti tradotti in venti lingue.

“Cassandra” disse lui, e parve perfettamente naturale che un dio conoscesse il suo nome pur non avendolo chiesto, “vuoi essere mia sacerdotessa?”

Lei sussurrò, senza sapere se stava parlando ad alta voce e senza preoccuparsene; “tu mi vuoi, signore Apollo?”.

“Sì; sono stato io a chiamarti qui” rispose. La voce era forte e dorata, proprio come lei immaginava la voce di un dio: e poi le avevano detto che il Signore del Sole era anche dio della musica e del canto.

“Ma sono solo una bambina; non sono ancora abbastanza grande per lasciare la casa di mio padre” sussurrò lei.

“Però ti ordino di ricordare, quando verrà quel giorno, che tu sei mia” disse la voce.”

La torcia di Marion Zimmer Bradley è un fantasy storico di grande successo pubblicato nel 1987 e ristampato, in versione integrale, da HarperCollins nel 2021 nella bella traduzione di Alba Bariffi. Il romanzo riscrive  le gesta  epiche de L’Iliade di Omero dando finalmente voce alle tante  figure femminili che finora avevano occupato solo poche righe in un testo popolato di eroi maschili. Donne relegate a ruoli  di contorno alla guerra di Troia, la cui voce si era indebolita negli anni soffocata dalle gesta dei maschi.

Il romanzo si compone di tre libri: La chiamata di Apollo, Il dono di Afrodite e La condanna di Poseidone.

In 633 pagine l’autrice narra i riti delle Amazzoni, il culto della dea Serpente, del dio Apollo e delle altre divinità visti dagli occhi di Cassandra. La figlia di Ecuba e Priamo, che a sei anni viene scelta  da Apollo come sua sacerdotessa e che passa alla  storia come portatrice di sventura, in questo romanzo  riserva anche molto altro.  

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...