“Il codardo” di Jarred McGinnis (SEM)                                                                              

Sul comodino della Rambaldi.

Jarred McGinnis è scrittore e giornalista. Collabora con la BBC. Ha un dottorato di ricerca in Intelligenza Artificiale ed è fonte d’ispirazione per i normodotati visto che usa mezzi pubblici e porta le  sue figlie al parco giochi.

“Il dolore mi svegliò di soprassalto facendomi tornare al presente della casa di Jack. Mi staccai di dosso le lenzuola, appiccicose di sudore. Mi  tirai a sedere, bevetti dell’acqua e spinsi le gambe giù dal letto per andare in bagno. Tutte le cose che gli infermieri mi avevano detto di fare. Il  panico dell’incubo era rifluito via e il mio respiro era rallentato, tornando alla normalità feci scorrere la mano sulla cicatrice sul fianco, là dove la paramedica dell’ambulanza aveva infilato il tubicino: la pelle era sottile e morbida come se, premendo a sufficienza, potessi insinuarci le dita.”

Dopo un pauroso incidente automobilistico, Jarred, si sveglia in ospedale. Gli dicono che la fidanzata Melissa è morta, anche se non era la sua fidanzata, e che lui non camminerà più  Da domani sarà su una sedia a rotelle, senza soldi, senza lavoro e senza nessuno che si occupi di lui.

Jarred  si  chiede se non valga la pena di smettere di lottare e di lasciare che le cose vadano come devono andare. 

Dopo la morte di Melissa perdere le gambe è  la punizione che si è meritato?  

L’avvilimento è tale da spingerlo a rifiutare  la riabilitazione.

Come non bastasse, non  avendo alcuna assicurazione, viene dimesso prima del tempo ed è costretto a rivolgersi al  padre Jack. L’uomo che dopo la morte di sua madre si è trasformato in violento  alcolista. L’uomo che ha sempre disprezzato,  che non vede da dieci anni e che non è mai riuscito a perdonare. 

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...