“Furore” da John Steinbeck, adattamento di Emanuele Trevi

Dalla poltroncina rossa di Claudio Guerra

Quella del 2021 è stata la mia estate di Furore. È cominciata a giugno, rovistando frettolosamente fra gli scaffali di una libreria, individuando una copia del romanzo di John Steinbeck nella traduzione più recente. Questo solo per ricordarmi di averlo già in una delle innumerevoli ristampe di quella del 1940 e rinnovare il desiderio di un’altra estate lontana. Quella in cui mi ero innamorato di quell’autore e mi ero riempito la libreria delle sue opere. Sicuramente mi ero perso fra le poche pagine di “Uomini e topi” o de “La perla”, ma i romanzi più corposi erano rimasti intonsi.

Nessuna descrizione disponibile.

Questa estate la mia copia di “Furore” è stata privata della polvere che stazionava sul taglio superiore ed è stata una lettura da far tremare i polsi. Strana coincidenza, ho scoperto fra i mie contatti Facebook un certo numero di persone che avevano letto lo stesso romanzo circa nel mio stesso periodo e ci siamo scambiati impressioni. Io partendo dalla mia versione di un romanzo come era stato pubblicato in un periodo in cui da noi molte cose non si potevano dire, e questo era un libro scomodo anche per gli Stati Uniti, e loro da quella finalmente integrale.

L’arrivo dell’autunno mi ha poi ridato la possibilità di tornare a sedermi sulle poltroncine rosse dei miei amati teatri. Prima a capienza ridotta e poi, finalmente, al 100%, consentendo anche ai teatri che ospitavano le produzioni economicamente più impegnative di riprendere la loro attività e ripartire da dove si erano fermati.

(l’articolo prosegue a p.2) 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...