“La Baronessa di Carini” di Luigi Natoli (Lunaria)

Una penna magica cattura il lettore che, riga dopo riga, divora la storia d’un fiato. Una scrittura colta, raffinata e, allo stesso tempo, garbata e vellutata non lascia spazio alla pausa. Un plauso all’editore, quindi, per aver ripreso un autore siciliano come Luigi Natoli, il cui lavoro sta seguendo da anni anche “I buoni cugini editori”, qui infatti citato.

Il libro, romanzo breve e completo, si presenta come un gioiello. Con una prefazione di Salvatore Ferlita, si tratta di un progetto curatissimo uscito per la collana Satellite. L’attenzione per i dettagli si evince sia dai colori scelti viranti all’arancio, sia dalle pagine floreali di apertura, sia dalla scelta della grammatura ma soprattutto dalle magnifiche illustrazioni di Tamara Bellezza che ricordano il mondo fiabesco di Gustave Dorè, quasi ad annunciare che di fiaba si tratta ma con un atroce e sventurato epilogo, perché la principessa non viene salvata dal principe, ma uccisa da un orco, lo stesso padre che avrebbe dovuto proteggerla.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...