“La Baronessa di Carini” di Luigi Natoli (Lunaria)

Recensione di Patrizia Oliva

Nella Sicilia del XVI secolo si consuma un efferato delitto. Luigi Natoli (nella foto a p. 2) si ispira ad un brutale caso di cronaca compiutosi il 4 dicembre 1563 a Carini, località nei pressi di Palermo, in un castello da cui si ammira il borgo, il mare e un’immensa campagna di ulivi e carrubi.

Caterina, figlia diciottenne del barone di Carini, ricambia la passione travolgente del cugino Vincenzo Vernagallo; i due si incontrano la notte, di nascosto in una sala del maniero, ma un frate bacchettone ed invidioso della loro giovinezza li spia, traendone un piacere malsano, e riferisce al padre di lei gli incontri clandestini dei due amanti.

Il finale è tragico, ma così doveva essere nella Sicilia dell’epoca: l’onore calpestato andava riabilitato con il sangue. E comunque usi e costumi dell’epoca trasudano dalle pagine:

«Per il venerdì santo era stabilita una grande e magnifica processione, tale da vincere quelle degli anni precedenti, che pure erano state bellissime. Si trattava di una serie di carri o bare, sopra ognuna delle quali gruppi di figure grandi al naturale avrebbero rappresentato i fatti della Passione».

Più che di delitto si può parlare di femminicidio, uno dei più agghiaccianti e spietati. La vittima è giovane e di una bellezza indicibile, quasi celestiale: lunghi capelli biondi e ondulati, pelle candida, figura slanciata dalle movenze dolci ed eleganti tali da incatenare perdutamente l’anima del cugino Vincenzo. Perché ucciderla? Forse per placare la rabbia di un padre crudele e violento, perché niente  giustifica cotanta ferocia: non c’è alcun tradimento, i due giovani erano liberi e volevano sposarsi…

(la recensione prosegue a p.2) 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...