“Galatea” di Madeline Miller (Sonzogno)                                                                                                                                                                                         

Galatea - Miller Madeline | Libro Sonzogno 10/2021 - HOEPLI.it

Sul comodino della Rambaldi

Madeline Miller – Boston – ha insegnato drammaturgia e adattamento teatrale dei testi antichi a Yale. Il suo primo romanzo La canzone di Achille è stato un successo internazionale tradotto in venticinque lingue. Il secondo Circe, uscito negli Stati Uniti e in Inghilterra, è stato raccomandato come libro dell’anno da prestigiose riviste letterarie americane.

“Avevo un po’ di soldi, monete che mio marito aveva lasciato cadere dal disordine dei suoi borselli, pezzi che avevo trovato per strada. E avevo scarpe, rubate alla governante, di pelle e non d’oro, che erano più adatte a camminare per le vie polverose. E avevo un mantello, sottratto a mio marito. Pafo ne aveva uno tutto suo, perché avevo insistito dicendo che si infreddoliva facilmente anche se lei era come me e non aveva mai freddo, né caldo. E le dissi “Andiamo in campagna?”

“Papà non ci lascerà andare” disse lei.

E io: “lo so, perciò non glielo diciamo.” Non riuscimmo ad andare oltra la città più vicina, perché fummo notate da tutti. Una donna e una bambina pallide come il latte.”

Madeline Miller, autrice pluripremiata da lettori e critica, rilegge in chiave moderna il mito greco di Galatea in un racconto lungo finemente illustrato da Ambra Garlaschelli.

Pigmalione si innamora perdutamente della sua scultura e chiede ad Afrodite di dare vita alla pietra per permettergli di sposarla. La dea non  gli ha concesso di trovare una fanciulla di egual bellezza in carne e ossa.  E  il fascino di Galatea è  davvero insuperabile, tanto che, pazzo di gelosia, decide di segregarla in una minuscola stanza  d’ospedale  con un’unica finestra esposta a  picco sul mare per impedirle di fuggire.  Nonostante  abbia fatto di tutto per tenerla nascosta  la voce sulla sua  bellezza si è sparsa e tutti gli commissionano  statue, che purtroppo non prenderanno mai vita.

Da Galatea  pretende   bellezza e cieca obbedienza e le fa visita tutti i giorni  per farci sesso.

(la recensione prosegue a p.2) 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...