-Romulus Libro I-

“Il Sangue della lupa” di Luca Azzolini (Harper Collins)

Il sangue della lupa. Romulus (Vol. 1) : Azzolini, Luca: Amazon.it: Libri

Recensione di Gabriella Grimaldi

“(….) Due pietre scivolarono fuori. Una bianca. L’altra rossa. L’aruspice le vide cadere sul vello, in un mare di sangue necrotico. Solo allora l’aria si riempì di un vagito, seguito da un altro più debole. L’aruspice posò il coltello e guardò il sole sorgere sopra Alba. “Che gli Dei ci assistano” trovò la forza di dire, mentre da qualche parte davanti a lui, dal bosco che circondava la città, si levò una voce. Era il canto di un lupo. Ci fu un solo, profondo ululato. Forse il grido di una Dea.”

C’era secoli fa, un’epoca nella quale gli umani davano grande importanza ai sacrifici agli dei, un’epoca dove dall’osservazione delle viscere degli animali sacrificati dipendeva tutto a partire dalle sorti di un re ed addirittura di un impero. Un’epoca nella quale i rapporti tra le divinità e gli umani erano stretti a doppia mandata.

A Luca Azzolini, scrittore e curatore editoriale italiano e autore di romanzi e ghostwriter, si deve il merito di aver messo in luce questo rapporto, a volte morboso, tra divinità, uomini, re ed impero. L’autore, infatti, si è cimentato con maestria nella stesura di una trilogia molto affascinante e suggestiva sulle origini della città di Roma e dove sottolinea questi rapporti in più parti del testo. Nelle librerie troviamo  la prima delle tre opere che è “Romulus Libro I. Il sangue della lupa” edito dalla Harper Collins e che è uscito in contemporanea con la serie evento di Matteo Rovere in onda su Sky.

L’autore ci narra di un’epoca lontana, addirittura ottocento anni prima della nascita di Cristo. Ci racconta delle divinità dell’epoca che intrecciano rapporti con gli esseri umani tanto da condizionare il corso degli eventi ed i rapporti tra gli stessi umani. Gli appassionati di storia antica hanno trovato la possibilità di immergersi completamente in un quadro storico appassionato e ricco di colpi di scena. e molto interessante è, appunto, l’attenzione data dall’autore alle divinità stesse ed a tutte le tradizioni che hanno accompagnato una civiltà alla nascita di Roma, la “città eterna”. I Lari ed i Penati vengono spesso nominati in quanto sacri protettori della casa e della famiglia; i primi, nello specifico, protettori del podere e della casa mentre i secondi sono le divinità domestiche tutelari della dispensa e  degli alimenti ma anche dell’ unione della famiglia.

(la recensione prosegue a p.2) 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...