“La ragazza dei colori” di  Cristina Caboni (Garzanti)

La libreria di Gabriella

La ragazza dei colori

“Ci sarà un posto per lui in Paradiso? Ride di quella parola. Lui lo ha conosciuto in terra, il Paradiso. La sua donna, il suo amore. (….) Lei è il suo amore, la metà della sua anima. Il resto non ha importanza”.

E’ in queste parole, in questi pensieri, gli ultimi di una vita che sta per finire, che si racchiude l’essenza del rapporto tra Letizia Marcovaldi ed Orlando Morosini. Un amore intenso nato in un periodo difficile come quello della Seconda guerra e che supera molte controversie ed anche la presenza di un dolore immenso che ha colpito la stessa Letizia quando era ancora una giovane maestra ma che finisce per segnare la sua esistenza. Solo l’amore di Orlando la salva dal baratro a cui forse è destinata.

Proprio Orlando, infatti, dopo la sua morte, riesce a far venire tutti i nodi al pettine grazie anche alla nipote Stella che seguendo gli indizi lasciati dall’amato zio prima della sua morte, ha un ruolo fondamentale nella salvezza interiore della zia Letizia.

E’ proprio da questo immenso amore che si apre il libro, molto delicato, di Cristina Caboni “La ragazza dei colori” edito dalla Garzanti. La Caboni, sarda, di Cagliari, si occupa dell’azienda apistica di famiglia, ed è una autrice di grandi successi letterari pubblicati anche all’estero e  con il suo ultimo romanzo ci consegna un testo scritto con semplicità ma carico di forti sentimenti ed emozioni. L’autrice ci racconta di Stella, nipote adorata di Letizia ed Orlando che, a causa di dissapori con i suoi precedenti datori di lavoro, decide di cambiare vita e di intraprendere un nuovo percorso di vita, non prima di aver fatto tappa dalla zia Letizia. L’incontro con un uomo misterioso, Alexander, ed un ritrovamento altrettanto sorprendente, stravolgono i suoi piani iniziali e portano a risvolti impensati all’inizio del racconto.

L’arrivo di Stella nella villa dove ha trascorso la sua infanzia e dove ci sono tutti i suoi ricordi, è per lei solo l’inizio di una caccia al tesoro che la porta al ritrovamento di alcuni disegni che la colpiscono nel vivo facendola riavvicinare al mondo della pittura e dei colori che sono la linea conduttrice di tutta la sua vita. Questi disegni, però, stravolgono la vita di Letizia e Stella si prodiga strenuamente per scoprire la verità, il perché di tanto dolore. Inizia così un percorso che mette in luce le diverse “vite” di Stella e, in un certo senso, anche della zia: la vita dei colori, della pittura, dell’arte, della ricerca, della scoperta, dell’amore perso e poi ritrovato.

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...