“Memorie scritte da lui medesimo” di Giacomo Casanova (Garanzi)

In realtà vorrebbe diventare uno scrittore acclamato ma, purtroppo, ci riuscirà solo parecchi decenni post mortem grazie al memoir dove egli stesso impugnerà la penna per raccontare tutta la sua vita, dalle donne (la storia lo ricorderà come l’amante più desiderato di Venezia), all’amore per il vino d’annata e la buona tavola, dai suoi studi esoterici che lo porteranno addirittura a farsi conoscere a Parigi alla corte del re di Francia come alchimista, al suo arresto per eresia che quasi gli costerà la carriera; ma è tanto scaltro che riesca a scappare persino dai Piombi, in piena notte, e ciò lo renderà quasi immortale fra i chiacchiericci dei salotti imperiali.

I salotti, quindi, le madame di corte, gli amici altolocati e la sua buona parlantina, oltre alle evoluzioni nelle camere da letto delle signore di fine Settecento, sono forse i tratti distintivi più noti di quest’uomo che ha trasformato la sua vita in un vero e proprio romanzo ancora prima di scriverlo. In pochi sanno che per alcuni anni si guadagna da vivere proprio come violinista concertista, nonché insegnate, a Venezia e che in realtà è un massone. Fa amicizia con il temuto, più che altro discusso, conte di Saint Germain e si dice che tramite lui sia legato ai segreti della Fratellanza Bianca dei Rosacroce. Tanti misteri che nei secoli hanno stimolato l’interesse di molti registi e scrittori, naturalmente.

Quello che però si legge a chiare lettere nella sua autobiografia, specialmente alla fine, è il vuoto, il fallimento, il senso di inadeguatezza e solitudine che lo hanno sempre accompagnato, al di là degli eccessi. Giacomo Casanova muore il 4 giugno 1798 “…solo come un cavallo di razza che la sfortuna ha fuorviato tra gli asini”, afflitto dalla vecchiaia e snobbato dalla servitù.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...