“Un’adorabile bugiarda” di Mariangela Camocardi

Recensione di Patrizia Debicke

Segnalazione: “UN'ADORABILE BUGIARDA” di Mariangela Camocardi – A LIBRO  APERTO

Risale  giustamente sulle scene per i suoi affezionati lettori, che la seguono dal più di trent’anni,  Mariangela Camocardi,  autrice famosa per i suoi numerosissimi romanzi storici genere Romance. con Un’adorabile bugiarda,  grande e meritato successo, pubblicato la prima volta  dalla Mondadori nel 2006.
Un titolo indovinato  per una storia dai toni rosa con forti venature di giallo e, cosa che non guasta, fa persino intravedere una lato di spy story. Ma anche una storia che mette in risalto la volontà femminile di riscatto dalla prevaricazione e dalla povertà.  Cosa certo  non facile a quell’epoca, siamo agli inizi del 1800.
Una storia  ambientata in Lombardia sulle sponde del lago Maggiore. Più che un incontro, tra i due principali protagonisti della storia  Elisa Baroni  e Giles de Ronsard , il primo sarà quasi  uno  scontro. E peggio perché lui, arrogante aiutante di campo di Napoleone e aristocratico francese semi  ubriaco, dopo averla scambiata per  una sgualdrina  si approfitta di lei con la forza. 
Ragion per cui se la loro storia doveva essere una di quelle in cui i destini si intrecciano prima che i  diretti interessati  possano esserne  consapevoli, mi pare che sia partita subito sul piede sbagliato. Intanto perché Elisa Baroni, orfana ventenne, dopo una angosciosa  esperienza presso la famiglia di un avvocato,  lavora  come cameriera in una buona locanda di Intra che sorge sulle alture dell’entroterra ma detesta tutti  i francesi. Deve a loro infatti la sua  sfortuna e le difficoltà economiche della sua famiglia quando, sei anni prima nel gennaio del 1801,  suo padre precettato d’autorità, come da disposizioni date dall’allora Primo Console, Napoleone Bonaparte, per la messa in opera della nuova strada da Briga a Domodossola, era morto in un incidente lasciando la moglie vedova con sei figli da crescere.

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...