“Storia di una scomparsa” di Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni (Fandango)

Storia di una scomparsa - Flavia Piccinni,Carmine Gazzani - copertina

Sul comodino della Rambaldi

Flavia Piccinni – Coordinatrice editoriale della Casa Editrice Atlantide è autrice di documentari per RAI1 e Radio3 RAI. Ha  pubblicato 3 romanzi e un saggio sulla ‘ndrangheta. Con Bellissime,  da cui è stato tratto un documentario, ha vinto il premio Benedetto Croce.

Carmine Gazzanni – giornalista, autore televisivo per RAI1 e inviato per RAI2, scrive per La Notizia, Panorama e Left e ha vinto molti premi giornalistici.

“L’ambizione locale di risolvere rapidamente il caso si stava rapidamente esaurendo. Le battute degli agenti, a cui grande supporto davano decine di volontari, non portavano a niente. Si era arrivati a cercare fino a Gallipoli, perlustrando i campi di grano e di olivi. Ormai era chiaro. Mauro non si era allontanato volontariamente. Adesso bisognava capire se fosse ancora vivo, o il suo corpo esanime fosse stato nascosto chissà dove, chissà da chi. A Taviano erano arrivati per le indagini i Carabinieri del nucleo investigativo di Lecce e altri erano giunti dalla tenenza di Casarano. A orchestrarli ci sarebbe stato il sostituto procuratore della Repubblica Luigi Molendini. Analizzando i fatti, era subito sembrato chiaro come quello non potesse essere un rapimento volto a chiedere un riscatto.”

Storia di una scomparsa è il racconto dettagliato del rapimento più lungo del mondo.

Un rapimento durato 44 anni.

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...