“Come gigli di mare tra la sabbia” di Lucia Guida (Alcheringa)

Lucia Guida: Come gigli di mare tra la sabbia - Mentinfuga

Recensione di Patrizia Debicke

Con il suo nuovo romanzo “Come gigli di mare tra la sabbia” Lucia Guida  rispetta puntualmente  il secondo appuntamento della trilogia “Prospettive urbane” preannunciato dal  suo “Romanzo popolare. E ci introduce di soppiatto in  un bel palazzo degli inizi del Novecento in veste di ospiti e testimoni  degli avvenimenti e dell’intreccio di vite, legami e passioni che ruoteranno soprattutto intorno al  piccolo gruppo di donne, ideatore ed artefice di tanti mutamenti.
Al momento dell’ inizio della storia riviviamo in flash back quei   giorni grami  intorno agli anni novanta quando  Michele,   il protagonista, l’ indispensabile  filo conduttore della trama,  a casa dopo la forzosa chiusura della piccola azienda, un ingrosso di biancheria dove era impiegato da dodici  anni come ragioniere tutto fare cercava un lavoro. Ricorderemo con lui  i mesi bui della disoccupazione con sua moglie  Elvira al lavoro per pochi soldi come tata, mesi bui  ma che rischiavano di bruciare ogni risorsa finanziaria della coppia.  E infine  quella  raccomandazione dello zio Carmine, ormai deciso a ritirarsi, seguita dal colloquio con la  supervisione della signorina Vicenzi e il beneplacito dell’ammministratore per quella  benedetta assunzione,  il posto fisso di portiere di un elegante palazzo di via Cervantes.
Posto che comportava un orario e dei doveri ferrei, ma un giorno di libertà alla settimana,  le  ferie estive  e il  vitale per loro sovrappiù dell’alloggio in comodato di due stanze, bagno e cucina poste al quarto piano dell’attichetto di quel signorile fabbricato d’epoca di una città di provincia (Pescara?),  ma con il mare là vicino che talvolta si sente anche se è lontano e si lascia ammirare  dalle finestre.

(la recensione prosegue a p.2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...