“La discesa infinita” di Enrico Camanni (Mondadori)

La discesa infinita. Un mistero per Nanni Settembrini - Enrico Camanni - copertina

Recensione di Patrizia Debicke

Un altro  giallo ambientato in montagna, in quella montagna incantata forse anche stregata, che Enrico Camanni alpinista come il suo protagonista conosce benissimo. E un altro suo  giallo con in veste di  personaggio principale Nanni Settembrini, torinese, conquistato in gioventù  dalle vette, che con un attacco da manuale ci dice: «Nanni Settembrini si arrestò di colpo nel mezzo del fiordo solitario: una mano lo aveva afferrato dalle profondità del tempo. Era una mattina incredibilmente calda, essendo passata la metà di ottobre. Nanni s’era alzato di buon’ora come i mitici cristalliers del monte Bianco e s’era incamminato verso il Miage, il ghiacciaio più himalayano del versante …»
Già il Miage, così considerato, perché con il suo  dislivello  o meglio il suo grandioso canale di scolo a forma di ventaglio nella parte superiore. Il fiordo che va dalla cima del Monte Bianco fino alla Val Veny, a pochi passi dalla strada carrozzabile.
E sarà proprio il Monte bianco l’imperdibile cornice di questa nuova  storia di Camanni. Una storia  che tira fuori  gli elementi  del giallo classico dall’ antica e spessa coltre di ghiaccio del ghiacciaio del Miage, il più esteso ghiacciaio valdostano con una superficie di ca. 11 kmq. e una lunghezza di oltre 10 km.  Quel ghiacciaio che agli albori  del secolo scorso era classificato come bianco e che oggi invece  la copertura detritica, provocata dal riscaldamento climatico, fa considerare  nero.  Storia che parte quindi da una passeggiata autunnale di  Nanni Settembrini, guida e capo del soccorso alpino del monte Bianco, quando persino la montagna pare sospesa, quando l’estate è solo un ricordo e la neve un divenire.

(la recensione prosegue qui sotto, a p. 2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...