“Un bacio dietro al ginocchio” di Carmen Totaro (Editore Einaudi)

Un bacio dietro al ginocchio - Carmen Totaro - copertina

Recensione di Cristina Di Bonaventura

Ci sono rapporti, come quello tra madre e figlia, che esulano qualsiasi altro tipo di rapporto. È un legame stretto, proprio come quel cordone ombelicale che deve essere tagliato per fare in modo che due corpi vengano separati. A volte è troppo stretto ed è esasperante, a volte quel cordone ombelicale che in qualche modo, metaforicamente ci tiene sempre unite, si sfilaccia e allora i contorni non sono più così nitidi, si finisce per non capire chi è chi o cosa. Dovrebbe essere un rapporto di affetto o amore sincero duraturo senza secondi fini, senza rancori, senza livore, fatto solo di chiacchiere, dolcezze e complicità, certo non può essere sempre rose e fiori ma le spine non dovrebbero piantarsi nella carne. A volte si innescano meccanismi difficili da comprendere, da spiegare e anche da risolvere.

Ada ed Elena, madre e figlia, vivono un rapporto fatto di silenzi, di cose non dette, litigi non affrontati, verità nascoste. Il dialogo è alla base di ogni tipo rapporto se viene a mancare il castello di carte a lungo andare crolla e ci si ritrovano in mano carte che, come frasi non dette, non si sa più dove collocare.

(la recensione prosegue qui sotto, a p. 2)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...