“L’ultimo treno per la libertà” di Meg Waite Clayton (HarperCollins)

L' ultimo treno per la libertà - Meg Waite Clayton - copertina

 Sul comodino della Rambaldi

Meg Waite Clayton – è autrice di sette romanzi di successo con cui si è aggiudicata diversi premi letterari. Collabora con: Los Angeles Times, New York times, Washington Post e Forbes occupandosi della dimensione femminile nella società.

“Eichmann, il suo documento sulla questione ebraica… è interessante disse Wisliceny, “questa idea che gli ebrei possono essere indotti a lasciare la Germania se solo smantelliamo la loro posizione economica qui nel Reich. Ma perché costringerli a emigrare in Africa o in Sudamerica invece che in altre nazioni europee? Perché ci deve interessare dove vanno, una volta che ci siamo liberati di loro?”

“Non vogliamo che le loro competenze finiscano nelle mani di paesi più sviluppati che potrebbero beneficiarne a nostro discapito, direi” rispose Eichmann educatamente.”

L’ultimo Kindertransport dal Reich tedesco partì con 250 bambini l’1 settembre 1939, lo stesso giorno in cui la Germania invase la Polonia e scoppiò la Seconda Guerra Mondiale.  Quei bambini non  arrivarono mai a destinazione. Ma almeno diecimila, tre quarti dei quali ebrei,  trovarono rifugio in Inghilterra grazie agli eroi  del Kindertransport. I bambini salvati, crescendo, divennero importanti artisti, politici, scienziati, e persino premi Nobel, come Walter Kohn salvato a Vienna da Tante Truus.  Quei bambini  non rividero più i loro genitori.

(prosegui recensione cliccando a p. 2, qui sotto)

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...