“La donna di Oslo” di Kjell Dahl (Marsilio farfalle)

Oslo – 1942 – Iniziano rastrellamenti e deportazioni e gli ebrei vengono cacciati dalle loro case. La  giovane  Ester Lemkov lotta contro l’occupazione tedesca distribuendo stampa clandestina in bicicletta, se la prendono rischia la pena di morte.

Suo  padre è appena stato arrestato dalla Gestapo nella sua bottega da orologiaio. Ester fa appena in tempo a vedere mentre lo caricano su un furgone dopo aver attaccato  sulla porta la scritta Negozio ebreo. Anche il loro appartamento è stato scassinato e hanno rubato gioielli e denaro.  Ester, ormai privata di tutto, riesce a salvarsi per miracolo.  Deve  andarsene subito.   

Solo così potrà continuare a lottare per la resistenza, per suo padre e per gli ebrei.

Per  evitare la cattura fugge a Stoccolma e diventa il contatto dell’eroe della resistenza Gerhard Falkum, uno degli uomini più ricercati dai nazisti. Ma quando la sua migliore amica Ase viene trovata misteriosamente uccisa, Falkum sparisce nel nulla e gli inquirenti  chiudono  la pratica  come suicidio.

Ma perché Ase si sarebbe suicidata?

Ester è certa che non lo avrebbe mai fatto visto che aveva la  figlioletta Turid  a cui pensare.

E ora che  ne sarà della bambina?

La metteranno in un orfanotrofio?

Nel 1967 Ester torna a Oslo dopo anni passati nell’intelligence israeliana e anche Falkum riappare dal nulla per cercare la figlia  abbandonata durante la guerra.

Dove è stato in tutto quel tempo? E per quale vero motivo è tornato?

La ricomparsa di Falkum fa inevitabilmente  riemergere il passato e i torbidi fatti accaduti durante la guerra, a partire dall’omicidio dell’amata Ase, e cercare di ridare giustizia a lei e alla figlia Turid sarà il minimo che Ester potrà fare. Le nuove informazioni che avrà modo di apprendere metteranno presto   in discussione passato,  presente e tutto quello che sa di Falkum.

Un omicidio del passato da risolvere, pedinamenti, inseguimenti e una grande vendetta.

Kjell Ola Dahl stavolta mette da parte i consolidati detective della polizia di Oslo per un  thriller incalzante tra passato e presente.

Paola Rambaldi 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “La donna di Oslo” di Kjell Dahl (Marsilio farfalle)

  1. Ivana Daccò ha detto:

    Scusa, non riesco a leggere la tua recensione: dove dovrei cliccare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...