“La consuetudine del buio” di Amy Engel (HarperCollins)

La consuetudine del buio - Amy Engel - copertina

Sul comodino della Rambaldi  

Amy Engel – Kansas – Dopo un’infanzia trascorsa in diversi paesi del mondo si è stabilita nel Missouri dove vive col marito e due figli. Prima di diventare scrittrice a tempo pieno è stata avvocato penalista.

“Mi prese la faccia tra le mani magre. “Sei stata una buona madre” disse, e mi fissò finché non feci un debole cenno di assenso, poi strinse le dita fino a farmi venire voglia di sottrarmi, affondando nella pelle le unghie taglienti. “Ma il momento di essere buona è finito” continuò. “Il momento di frignare e compatirti è finito. Lo capisci?” Questa volta non cercò un assenso, non mi diede spazio per muovermi o deviare lo sguardo. Il suo fiato che sapeva di sigaretta mi inondò la faccia e i suoi occhi penetrarono i miei come schegge di ghiaccio. “Sei fatta di una fibra più forte. Trovalo, Eve. Chiunque sia stato. Trovalo e fagliela pagare.”

Quando la notte è più buia ricordati chi sei.

Missouri. In una minuscola cittadina spersa tra i monti Ozark una famiglia povera e una benestante subiscono due gravi lutti. L’assassino colpisce due dodicenni nella neve. Izzy è   morta e Junie è ancora  agonizzante quando una voce, che vorrebbe essere  rassicurante,  le ripete che tra un po’ sarà tutto finito.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...