“Lontano da casa” di Enrico Pandiani [Salani Editore]

Lontano da casa - Enrico Pandiani - copertina

#grandangolo di Marco Valenti

Come si rende giustizia a qualcuno che per la società non esiste?

È questo uno dei cardini del recente “Lontano da casa” di Enrico Pandiani, pubblicato con Salani Editore. Lasciata (temporaneamente?) da parte la saga di Mordenti e degli “Italiens”, Pandiani riprende a raccontare la sua Torino e la recente ed inarrestabile deriva sociale, come fece a suo tempo con “Polvere”, che ebbi il piacere di recensire proprio su queste pagine.

Torino, l’Italia e il mondo intero sono realtà multietniche.

Chi la pensa diversamente sarà inevitabilmente dimenticato dalla storia. Questo deve essere chiaro. E non lo dico per posizioni politiche, condivisibili o meno che siano, ma perché guardo la realtà e la chiamo per nome, con sincerità. È qui, in questa società contemporanea che si inserisce perfettametne il romanzo di Pandiani.

Torino è l’archetipo della città contemporanea. Con le sue differenze, le sue criticità manifeste colpevolmente ignorate dalle istituzioni, il dilagare preoccupante delle ramificazioni criminali che trovano linfa nei più deboli, i diseredati che sembrano invisibili agli occhi, il cemento onnipresente.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...