MADRE TERRA di PASQUALE LICURSI (Eta Beta)

Risultato immagini per MADRE TERRA di PASQUALE LICURSI (Eta Beta)

di Marcello Casalino

“Madre Terra”, o potremmo dire “madre di cose perdute”, citando una vecchia suite musicale. L’ultimo lavoro di Pasquale Licursi è un viaggio sulla linea dei ricordi ma anche un invito ad allargare l’area delle nostre coscienze.

Nato a Santa Croce di Magliano, cittadina del Molise, Licursi fa il suo esordio nel 1996 con la raccolta di poesie “Sposerò una farfalla” a cui farà seguito “Polvere di clown”. Pubblica poi numerosi romanzi, tra i quali spiccano “Dal marciapiede al cuore”, “Fossi stato un po’ più giovane”, “Ginestra e cemento” e “Cesare Pavese amava i gatti”.

“Madre Terra”, fresco di uscita, è un personale amarcord condotto attraverso evocative immagini, uno scrigno di emozioni dove ogni riflessione è un palpitante colpo impresso attraverso la memoria.

Si stagliano subito all’orizzonte i ricordi d’infanzia, rievocati anche attraverso i suoni e gli odori, parte dell’immaginario a suo tempo indicato dall’eroe-narratore proustiano nell’atto di intingere la “madeleine” nella tazza del thè, in quella monumentale opera apripista che fu la “Recherche”. “Quell’odore di casa è l’odore più bello del mondo. Lenzuola profumate e sugo della domenica. Primavera dei sensi, come se non potesse più tornare quel tempo che non è più tempo ma memoria”.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...