“La penultima mossa” di Carla Viazzi (Morellini)

Recensione di Patrizia Debicke

La penultima mossa è un romanzo ispirato alla morte di John Lennon, avvenuta ormai più di quaranta anni fa l’8 dicembre 1980, e a certune leggende nere che ancora oggi aleggiano attorno al nome dei Beatles. Leggende che come sempre – poichè si dica ogni e qualunque cosa e purchè se ne parli – hanno contribuito a ingigantire ed esaltare la fama e il mito legato alla storica e prolifica band inglese. Leggende, magiche favole metropolitane che hanno accompagnato il loro nome facendo sì neppure fossero benzina gettata sul fuoco che ardeva prepotentemente nel cuore dei fan da far credere alla presunta misteriosa morte e sostituzione di Paul McCartney con un sosia e far diventare assoluto plagio alimentato da droghe, l’ influenza di Yoko Ono sulle decisioni artistiche del marito.

Proprio dal tragico giorno di quella morte parte la fiction scritta da Carla Vizzi ispirata alla leggendario epopea dei Beatles dagli inizi al 1980, sulla falsariga della loro vita e delle loro avventure vere o presumili di allora.

E dunque l’autrice, anche se non ha sostanzialmente cambiato i fatti o la ricostruzione dei presunti fatti e delle loro presunte cause, ha dovuto per forza cambiare i nomi dei protagonisti. Ragion per cui la vittima di cui si parla, il famoso cantante morto nelle notte dell’8 dicembre del 1980, diventa Jo Nolan, sciupa femmine, leader del noto gruppo musicale inglese dei Tricks, da tempo trasferito negli Stati Uniti e nell’occhio della CIA e del FBI per le sue sbandierate e poco ortodosse idee politiche. Nolan è stato ucciso con quattro colpi di pistola a bruciapelo da uno psicopatico davanti al portone delle sua lussuosa abitazione newyorkese. Al suo fianco, al momento dell’attentato, c’era la sua inseparabile seconda moglie, Yumi Kimura, madre del loro figlioletto Sean di quattro anni. L’assassino, immediatamente fermato dai presenti e consegnato alla polizia, tale Robert Pursuit, viene preso in carico per l’interrogatorio dall’ispettore Seth Carlsen. Ma durante l’interrogatorio Carlsen si renderà presto conto che quel delitto potrebbe rivelarsi molto più complicato e soprattutto ben diverso di quanto poteva sembrare all’inizio. Intanto perché quella plateale pubblica esecuzione? L’assassino, almeno secondo le sue dichiarazioni, sarebbe un fan deluso dalle recenti decisioni di Nolan, per altro condivise anche da altri del gruppo, di sciogliere l’ultra decennale sodalizio con i Tricks. Sì Pursuit ha eliminato Nolan con quattro colpi, quattro come i membri della band… Ma qualcosa non quadra, le sue reazioni possono apparire quelle di un fan invasato, ma alle sue spalle c’è un oscuro passato di tossicodipendenza. A lungo è stato ricoverato in una struttura ospedaliera e curato per malattie mentali. Quindi una mente malata e tormentata. Una personalità fanatica, fragile o magari facilmente manipolabile? Carlsen sospetta altre possibili piste. Per esempio se Pursuit invece di uccidere Nolan avesse invece dovuto eliminare la Kimura? Personaggio chiacchierato inviso a molti del settore? Insomma se quel sanguinoso delitto non fosse il gesto di un fan deluso, ma un omicidio su commissione freddamente premeditato? Se quell’omicidio non fosse stato la punizione di un fanatico cultore dei Tricks ma un diabolico e letale piano architettato da un mandante che aveva plagiato cuore e mente dell’esecutore? Ma un esecutore debole, instabile avrebbe potuto fallire il suo bersaglio? E se le cose fossero andate per il verso sbagliato?

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...