“Processo a Shanghai” di Qiu Xiaolong (Marsilio)


In questo libro Chen, messo in “licenza di convalescenza” ed allo stesso tempo promosso ad un nuovo incarico e cioè a capo dell’Ufficio di riforma del sistema giudiziario, avrà sempre di più la certezza che questa sua nuova esperienza altro non è che un modo per tenerlo lontano dai sui “casi speciali”. Intanto un suo amico di lunga data, Vecchio Cacciatore, lo coinvolgerà in un misterioso caso per cui è stata chiamata l’agenzia investigativa per cui lavora quest’ultimo. Il caso riguarda la morte di Qing, giovane assistente di Min Lihua, affascinante cuoca – cortigiana che, con la scusa dei banchetti costosissimi nel suo ristorante, intesse relazioni con uomini di potere. Di questa morte verrà accusata addirittura la stessa Min. Chen Cao, aiutato dalla sua segretaria Jin, si troverà faccia a faccia con le contraddizioni del Sistema Socialista cinese ma nonostante il pericolo incombente Chen rimane fino alla fine determinato a non arrendersi.

Durante la lettura la curiosità di sapere come andrà a finire l’indagine spinge il lettore a non fermarsi ed a leggere il libro tutto d’un fiato. L’autore riesce ad accompagnarci in questo viaggio con molta maestria, avendo l’abilità di non farci mai annoiare. Interessanti, soprattutto per i lettori non molto informati sulle tradizioni della Cina antica e moderna, sono i dettagli che Xiaolong ci regala sulle tradizioni cinesi: i luoghi, il cibo, e tutto ciò che ruota attorno ad una realtà, quella orientale, così sconosciuta ed allo stesso tempo affascinante per noi occidentali. Il lettore si ritrova a confrontarsi con mentalità forse difficili da comprendere fino in fondo e che finanche lo stesso Chen fa fatica ad accettare del tutto. Ci troviamo dinanzi ad un’opera veramente completa: poesia, storia, politica tradizioni, letteratura sapientemente mescolati dallo scrittore.

Le domande che ci si pone all’inizio della lettura verranno man mano soddisfatte dalle investigazioni e gli approfondimenti di Chen: chi ha ucciso Qing?, Min Luha è veramente coinvolta come si vorrebbe far credere?, che ruolo gioca il Partito in tutto questo?

Solo leggendo si darà una risposta a tutto….

Gabriella Grimaldi

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Processo a Shanghai” di Qiu Xiaolong (Marsilio)

  1. PG Fabbrini ha detto:

    L’OMAGGIO DI IERI? BARRETTE? NON USO LA ‘WHEY POWDER’.
    GRAZIE MILLE
    PIERA

    ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...