“Il mare senza stelle” di Erin Morgenstern (Fazi)

Sul comodino della Rambaldi

Erin Morgenstern – 1978 – New York – Artista multimediale americana – ha pubblicato i romanzi: Il circo della notte e Il mare senza stelle ottenendo un grande successo.

“La guardia più bassa quella notte cammina avanti e indietro. Si schiarisce la gola come se dovesse dire qualcosa, ma non dice niente. Prende posto sulla sua sedia e cade in un sonno ansioso. Il pirata aspetta la ragazza. Lei arriva a mani vuote. Quella è l’ultima notte. La notte prima dell’impiccagione.

Il pirata sa che non vi sarà un’altra notte, non vi sarà un altro cambio della guardia dopo il prossimo. La ragazza conosce il numero esatto delle ore. Non ne parlano. Non hanno mai parlato.

Il pirata rigira fra le dita un ricciolo della ragazza. La ragazza si appoggia alle sbarre, la guancia sul ferro gelido, vicinissima, mentre rimane lontana un intero mondo. Abbastanza vicina per un bacio.

“Raccontami una storia”, gli dice. Il pirata la accontenta.”

Il mare senza stelle è un fantasy dove ogni vicenda apre una porta sull’ignoto, ma è anche una raccolta di racconti dove ogni storia si apre a nuovi scenari. Il suo protagonista, Zackary Ezra Rawlins, è uno studente universitario del Vermont giunto al campus per preparare una tesi sui nuovi media. Non si è ancora adattato al clima rigido e alle nevicate del New Enland. Indossa occhiali quadrati, maglioni con trecce, molte sciarpe e beve troppe cioccolate calde corrette al bourbon.

Un giorno tra gli scaffali della biblioteca trova un libro finito per sbaglio nella sezione romanzi. Un volume che fa parte di una donazione testamentaria con una copertina rossa sbiadita e le scritte ormai consumate. Manca il nome dell’autore e il codice a barre tanto che per portarlo a casa ha qualche difficoltà con la segretaria che deve catalogarlo per il prestito. In tanti lo hanno preso e l’hanno rimesso a posto senza leggerlo. Sembra una raccolta di racconti.

Nel dargli una scorsa, in un brano che parla di un bambino figlio di una veggente, Zachary, riconosce un episodio della sua infanzia. Una storia che lo riguarda descritta in modo fin troppo dettagliato.

Il ragazzo è stupefatto. Possibile? Che sia una coincidenza? E questo è soltanto il primo di una lunga catena di enigmi. Una serie di indizi disseminati lungo il suo cammino.

Da quel momento le avventure del libro diventano la sua via di fuga. E procede nella lettura seguendo un’ape, una chiave e una spada che lo porteranno a una festa in maschera a New York, in un misterioso club e in un’antica libreria sotto terra. Zachary scoprirà nuovi mari e nuove città e apprenderà che in tanti si sono sacrificati per salvare quel mondo da chi lo vuole distruggere. Ad accompagnarlo nella scoperta dello scopo del libro e della vita lo accompagneranno la pittrice dai capelli rosa Mirabel e il bel Dorian.

Il mare senza stelle  celebra soprattutto l’amore per i libri e il potere delle storie. E qui ne troverete davvero tante che si intrecciano a quella di Zachary.

È un romanzo strutturato a incastro e aperto a più chiavi di lettura, dove ogni filone alimenta nuove narrazioni che conducono il lettore in direzioni diverse.

Il mare senza stelle è un libro per ragazzi che ha conquistato anche gli adulti e che in America ha venduto più di 200 mila copie in tre mesi. In Italia è uscito il 16 luglio per Fazi Editore in ebook e in cartaceo, nella traduzione di Donatella Rizzati, con una prima tiratura di 20 mila copie.

Presentato da Margaret Atwood al Winter Institute (la più grande convention di librai americana) come uno dei libri più importanti dell’anno è un fenomeno mondiale venduto in 22 paesi.

Un viaggio di magia e immaginazione che dà vita a un sogno ad occhi aperti dove ogni cosa citata trova un posto nella storia. Un viaggio che sicuramente troverà una sua trasposizione cinematografica. Un viaggio che spiace che finisca. Anche se nessuna storia in fondo finisce per davvero finché c’è qualcuno a raccontarla.

Paola Rambaldi

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...