Hoberkiller di Piera Carroli

Il coronavirus è molto più pericoloso per gli uomini che per le ...

Un’amara corona spinosa

Sembri una corona ma sei ispido

sei la corona di spine sanguinante di cristo in croce

il sacrificio delle nonne e dei nonni sacrificati soffocati afasici

Assomigli alla sfera colorata di Hoberman

che si allarga e si restringe – un gioco da bambini

ma tu ti agganci con i tuoi speroni e corrodi e distruggi e uccidi

non i piccoli – loro si salvano –

il loro corpicino ancora pullula di anticorpi che ti respingono.

Perché mi insulti ?

Anch’io ho diritto a vivere, a moltiplicarmi, a viaggiare,

perché dovrei rimanere in corpi di animali sporchi e selvatici?

Con loro puoi convivere – senza uccidere – senza spazzar via poveri vecchi anziani

i più dannati della terra,

coloro che non hanno rifugio che sono i più deboli,

che non hanno difese contro di te e tu togli loro il respiro,

sei una sfera tragica che si allarga e si mangia i polmoni degli umani,

decido che tu sia un maschio,

una donna non potrebbe sterminare diffondere tanto dolore per sopravvivere,

ti chiamerò Hoberkiller.

Anche se i fucili tacciono, il cielo respira, il mare sorride

gli animali, impavidi, escono dai boschi e circolano per le città

un pensiero folle mi assale:

non sarà che noi sapiens abbiamo acceso l’inizio della nostra estinzione

nel momento in cui ci siamo separati dal nostro regno, quello animale?

E che, invece di temere la zoomorfia, per sopravvivere dovremmo abbracciarla?

 

Questa voce è stata pubblicata in dal mondo, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...