“La Notte Rosa” di Gino Vignali (Solferino)

Risultati immagini per "La Notte Rosa" di Gino Vignali (Solferino)Recensione di Patrizia Debicke 

Appena sei feriti in una rissa, quattro ubriachi ripescati in mare, tre dispersi ma erano poco lontano, insomma: una botta di quella “graziosa fortuna che comincia per c”. Eh già perché impazzava la Notte Rosa, il famoso Capodanno estivo della Riviera che convoglia a Rimini migliaia di persone, e quindi almeno per quella prima sera parrebbe fosse andata decisamente benino. Sissignori si parte alla grande con questo terzo capitolo “sul vice questore” Costanza Confalonieri Bonnet. Badate bene lei è una bella donna, tosta, molto preparata che, non disponendo di quelli fisici, possiede attributi mentali ad altissimo potenziale intellettivo e lo dimostra, facendosi largo dappertutto e non solo con metaforiche spallate. Questo per me è la vera espressione di forza al femminile: il sapersi imporre e essere in grado di fare ogni mestiere e BENE. Ma Costanza Confalonieri Bonnet è una donna che non mortifica l’italiano in femministici rigurgiti e dunque serve lo stato come vice questore ( lei vicequestora no, tanto per dire). Ricca, vivace e intelligente è il vice questore più desiderato d’Italia e la protagonista di La Notte Rosa.

Romanzo, secondo indiscrezioni raccolte dalla viva voce di Gino Vignali, che pare essere destinato a essere l’ultimo della spassosa serie poliziesca di villeggiatura da lui scritta. Non resta che immaginare il prossimo ambientato in autunno, visto che finora ci ha gentilmente omaggiato con un giallo per stagione. E infatti abbiamo avuto l’inverno con La chiave di tutto, la primavera in Ci vuole orecchio, e ora la piena estate con La Notte Rosa. Una Notte Rosa semindolore per le forze dell’ordine e dunque di relax per tutti a giudicare dai pochi ammaccati, i soliti ubriachi, tre dispersi, insomma solo una gamma di idioti da manuale. O almeno sembra. E invece….guai e persino rogne personali sono in vista. Insomma nel giro di poco la giornata del vice questore Costanza Confalonieri Bonnet si trasformerà in una specie di incubo. Incubo dal quale per fortuna con l’appoggio della squadra e della famiglia farà presto a venirne fuori, ma La Notte Rosa va avanti e la pace ritrovata dura poco. Solo fino alla serata di chiusura, quando Giulia Ginevra Mancini, la fashion blogger più famosa d’Italia, la fidanzata del campione di moto Gp Malcom «the Eagle» Piccinelli, gloria locale e nazionale, dopo aver lasciato il palco e la calda ovazione della folla, viene rapita. Ma sarà poi vero, oppure? E tuttavia quasi che non bastasse, poco fuori città viene ritrovata una Golf crivellata di colpi poi incendiata, ormai carbonizzata. A bordo non ci sono vittime o almeno pare, tuttavia l’ispettore capo Appicciafuoco e l’agente scelto Emerson Balducci troveranno presto sotto un ponte del torrente Messa tre cadaveri chiusi in grossi sacchi neri da spazzatura. Altro che pace, ormai la questura di Rimini è finita nell’occhio di un perfido ciclone estivo. Avanti tutta dunque per Costanza Confalonieri Bonnet, e la sua squadra, Orlando Seneca Appicciafuoco, Emerson Balducci e Cecilia Cortellesi. Da questo momento dormiranno ben poco, saranno schierati in battaglia giorno e notte e andranno avanti a bomboloni alla crema. Le riflessioni del vice questore Costanza Confalonieri Bonnet virano a burrasca, nonostante che qualche telefonata di un fascinoso capitano di peschereccio e di un galante sindaco la costringano a un intrigante minuetto. Ma anche la sua squadra non funziona al top: a partire dal bravo ispettore capo Orlando Seneca Appicciafuoco costretto a dare cattive notizie a una famiglia di caminanti siciliani, Emerson Balducci si sente preso in giro per un tatuaggio cinese forse farlocco e Cecilia Cortellesi per reggere bene il ruolo dovrà salire in sella a una minimoto. E soprattutto, un’indagine che sembrava nata per gioco comincia a fare davvero paura. Riusciranno i nostri eroi? Con intrighi e misteri stemperati da un tono leggero e scanzonato “La Notte Rosa” dimostra come da una incauta finzione si possa scivolare nell’irreparabile. In questo nuovo giallo, Gino Vignali approfondisce e sviscera la psicologia dei suoi personaggi. Dubbio, tentazione e menzogna spadroneggiano nella suspense, mentre l’humour, andando a braccetto con la Squadra omicidi più indomabile della riviera romagnola ci fa strada in una perfetto fiction che riassume moda, moto e mare. Una trama che, evidenziando con lucidità le tante e semitribali dinamiche contemporanee, ci trascina in una sottile e acuta satira sociale. I personaggi di Vignali fin dal primo romanzo sono diventati subito cult. Costanza Confalonieri Bonnet e la sua squadra, infatti rappresentano un coro a più voci di autentici amici e colleghi che si vorrebbe avere sempre a fianco nella vita. Tutti ben caratterizzati, per forza la parodia vuole il suo spazio, proseguono giocosi e gloriosamente per la loro strada. E noi restiamo in attesa dell’autunno.

Gino Vignali è nato a Milano. Il suo nome è da anni legato a quello di Michele Mozzati, un sodalizio nato ai tempi dell’università e che li ha resi celebri come Gino & Michele. Tra le tante attività, sono tra i fondatori dell’agenda Smemoranda, hanno partecipato alla nascita del cabaret Zelig e ideato l’omonima trasmissione televisiva. In coppia con Michele ha pubblicato numerosi libri, di narrativa e non, tra cui Anche le formiche nel loro piccolo s’incazzano (1991) e Neppure un rigo di cronaca (2000). Dopo i vari libri scritti con Michele, Gino Vignali ha esordito come giallista con la Chiave di tutto (Solferino 2018) a cui è seguito Ci vuole orecchio (2019): i primi due romanzi di una tetralogia riminese ambientata nelle quattro stagioni.

,

Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...