“Rosso come il mare” di Wolfram Fleischhauer (Emons: Gialli tedeschi)

Risultati immagini per Rosso come il mare (Emons: Gialli tedeschi)Wolfram Fleischhauer (2018) Das Meer. Munich: Droemersche Verlagsanstalt Th. Knaur Nachf.

2019. Rosso come il mare. Eco-Thriller. Roma: Emons: Gialli tedeschi. Trad. di Simone Buttazzi.

«La pesca illegale era un affare che valeva miliari. E quell’idealista di sua figlia (Ragna) stava nuotando proprio in quella vasca di squali.»

Cosa sapete della pesca illegale? Per quanto mi riguarda, prima di iniziare a leggere l’epopea delle straordinarie protagoniste Teresa e Ragna di Melo, quasi niente. “Dopo aver letto questo appassionante thriller ecologico, forse mangerete meno pesce” si dice (HR2 Kultur) – verissimo: mangio solo pesce locale e non comprerò mai più pesce inscatolato o surgelato in Asia.

Leggete il romanzo per scoprire da varie voci l’orrore e il sangue che si cela dietro la pesca illegale – e tutti siamo colpevoli, non solo le organizzazioni criminali.

In breve, Teresa, viene inviata dall’UE su un peschereggio spagnolo (il Valladolid) per vigilare sulle operazioni di pesca; una pratica dell’Unione europea per controllare che la pesca si svolga regolarmente, che però non viene appoggiata da un’adeguata protezione per il personale dell’EU inviato in alto mare in navi piene di ‘squali’ e ‘schiavi’.

L’altra grande protagonista di questa epica all’insegna di grandi ideali e, d’altro canto, dell’avidità e crudeltà più abbietta di cui è capace l’essere umano, è l’ imprendibile e temutissima attivista Ragna di Melo, la quale ha rotto i ponti con tutti, incluso il padre. Ci sono anche il padre di Ragna, Di Melo, imprenditore svizzero coinvolto in passato con l’armatore spagnolo proprietario della Valladolid e Render, il partner di Teresa, funzionario EU. Nonché un traduttore e interprete (alter ego dello scrittore?) che si rivelerà fondamentale per la trama del romanzo. Quando Teresa, l’osservatrice dell’EU, scompare dal Valladolid, iniziano le ricerche di Render, di Di Melo per ritrovare le loro rispettive figlie. Qualcun altro è sconvolto dalla scomparsa di Teresa, Ragna, perché?

Un romanzo unico e imperdibile. Una tematica attualissima e importantissima. Le rivelazioni di traffici di esseri umani confermati da fonti che lavorano sul campo per NGO. Una struttura a più voci. L’ insider knowledge di chi ha lavorato per l’UE per tanti anni. Un intreccio che coinvolge tutti: armatori, burocrati, politici, proprietari e avventori di ristoranti chic, compratori di pesce che non si preoccupano di informarsi da dove provenga o chi sia morto lungo la scia rossa e la mappa della pesca illegale. E se chi si sporca le mani adesso è magari tailandese o cinese, i complici sono plurimi, gli unici a salvarsi nel romanzo sembrano gli australiani che si adoperano senza sosta a combattere la pesca illegale. E chissà, forse l’eco-terrorismo è l’unico mezzo per combattere l’apatia e l’avidità?

A livello globale, tanti piccoli gruppi altamente specializzati si stavano dando da fare per costringere quel pigro gregge di milioni di consumatori nei propri recinti biologici. […] la resistenza era composta dalle stesse persone che lavoravano in quei laboratori e sedevano nei comitati scientifici […] ne avevano piene le tasche del fallimento della politica. La triste verità era che le societàdemocratiche non erano in grado di apportare le dovute correzioni per fermare quella distruzione su amplissima scala. […] quel che stava succedendo era del tutto nuovo: un biocidio documentato in diretta… (p. 215)

Non avendo trovato recensioni in italiano, allego questa pagina in inglese che definisce Das Meer, The Sea, un nuovo capolavoro di Fleischhauer e traccia il suo cammino verso il successo oltremare.

Foreign Rights Highlights – Spring 2018 Page 11

Thriller: Wolfram Fleischhauer The Sea

The latest Fleischhauer masterpiece: a moving thriller and a passionate call to protect the habitat from which we all come: the ocean. A young fisheries observer disappears from a Spanish trawler on the high seas. Her best friend and mastermind of group of radical environmental activists knows that she was probably killed. Despite the shock, the group remains determined to go on with their mission: to stop the destruction of the oceans by poisoning the sea-food-chain with an ingenious, untraceable and indestructible marine toxin that denatures fish for human consumption and triggers a life-long severe sea-food-incompatibility when ingested. The activist’s father, an influential fisheries lobbyist, will do anything to save this daughter from her insane actions. With the help of an interpreter whose feelings for his daughter he exploits in order to use him as a decoy, he sets out to find and save her before the merciless fisheries mafia will.  448 pages, Droemer Knaur, (March 2017)  German Official Bestseller List Rank 37 (Hardcover) one week after publication Dramatic and horrifyingly real: Wolfram Fleischhauer knows how to combine explosive topics with breath-taking suspense like no other writer. The Success Story of Wolfram Fleischhauer: To date, Wolfram Fleischhauer has published 9 novels, all of which have also been published internationally. Since his debut with the art-historical thriller The Purple Line (Die Purpurlinie) in 1996 (currently being developed into a TV series to be called The Poison Portrait), he has written historical novels as well as contemporary fiction. In 2003, Somewhere I Have Never Travelled (Die Frau mit den Regenhänden) was nominated for the prestigious Deutscher Krimipreis for crime literature and was named second runner-up. Wolfram Fleischhauer was born in 1961. He studied languages and literature in Germany, France, and Spain, and did his graduate work in literary theory at UC Irvine, where he also took several creative writing courses. After obtaining his M.A. with a thesis on Don DeLillo, he turned his back on academia in favor of writing novels. Fluent in German, English, French, and Spanish, he trained as a conference interpreter and has been working for the European Commission since 1992. The author lives in Berlin and in Brussels, is married, and has two children.

More information: here

And here

Recensione di dr. Piera Carroli, School of Literature, Languages and Linguistics, College of Arts and Social Sciences (CASS) – AUSTRALIAN NATIONAL UNIVERSITY, CANBERRA, AUSTRALIA

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “Rosso come il mare” di Wolfram Fleischhauer (Emons: Gialli tedeschi)

  1. patrizia debicke ha detto:

    ok

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...