Sul comodino della Rambaldi: “L’eredità di Mrs Westaway” di Ruth Ware (Corbaccio Editore)

Risultati immagini per "L’eredità di Mrs Westaway" di Ruth WareRuth Ware – Bringhton – Ha pubblicato con Corbaccio Editore: L’invito, La donna della cabina numero 10 e Il gioco bugiardo. Tutti bestseller internazionali tradotti in più di 40 lingue ed entrati nelle classifiche dei libri più venduti del mondo.

A differenza della maggior parte dei suoi clienti, Hal non credeva che le carte possedessero alcun potere mistico, a parte la sua capacità di rivelare ciò che la gente non ammetteva nemmeno a se stessa

Harriet Westaway , detta Hal, 21 anni, vive a Bringhton, in un piccolo appartamento dai muri scrostati con una buca delle lettere che trabocca di avvisi di pagamento e solleciti per l’affitto. Per non parlare delle minacce dello strozzino, che ora sa dove abita e che se non paga sarà peggio per lei.

Le cose sono precipitate da quando sua madre è morta in un incidente stradale tre anni fa e si è vista costretta ad abbandonare studi ed amici per guadagnare qualche soldo.

Da troppo tempo Hal non vede speranze nel futuro e leggere le carte è l’unica cosa che sa fare.

Lavora in una casupola con l’insegna: Madame Margarida – specializzata nella lettura dei tarocchi – sensitiva e chiromante.

Ma a dirla tutta Hal non sembra per niente una chiromante, non veste abiti zingareschi e coi suoi capelli corti somiglia a un dodicenne. Non ama nemmeno leggere la mano, perché detesta il contatto fisico con gli sconosciuti, ma i tarocchi le sono sempre piaciuti.

Stavolta, nella buchetta stipata di bollette non pagate, trova anche una lettera proveniente dalla Cornovaglia dove pare che sua nonna intenda lasciarle un’ingente eredità.

Se non ci fosse da piangere, le verrebbe da ridere, perché sua nonna è morta 20 anni fa.

Hal rigira la lettera tra le mani controllando nome e indirizzo, sembra tutto esatto, ma deve trattarsi di uno sbaglio o di un caso di omonimia. Quell’eredità dev’essere per forza un malinteso

Non ha mai conosciuto suo padre e sua madre ha sempre sostenuto di averla avuta da un incontro occasionale di una sola notte con uno sconosciuto dall’accento spagnolo.

Certo se questa lettera fosse vera risolverebbe tutti i suoi problemi.

Prova ad accantonarla per qualche giorno, ma quelle poche righe continuano a perseguitarla come un tarlo.

E conclude che forse con le sue capacità potrebbe spuntarla.

Chi meglio di lei, con la sua parlantina, può millantare quello che non è?

Perché non provarci?

E decide di accettare l’invito della lontana parente.

Il giro di tarocchi che si fa prima di partire non pare incoraggiante, e nemmeno il numero di gazze sull’albero del giardino sembra di buon auspicio. Ormai Hal associa un significato a ogni numero che vede.

Ma decide di buttarsi egualmente in questa avventura. E ancora non sa a che rischi andrà incontro…

Ho purificato il mazzo dopo la lettura, turbata non solo perché lei aveva toccato le carte, ma perché lo aveva fatto con il disprezzo nell’anima. Tuttavia adesso, ripensando a quel giorno, mi rendo conto di una cosa: quando Maud ha rovesciato la carta del futuro io le ho detto qualcos’altro, qualcosa che avrei dovuto ricordare a me stessa oggi, e che mi conforta. Ed è questo: le carte non predicono il futuro. Tutto quello che possono fare è mostrare in che modo una determinata situazione potrebbe andare a finire, a seconda delle energie che noi mettiamo nella lettura. Un altro giorno, un altro umore, un diverso ventaglio di energie e la stessa domanda potrebbe ricevere una risposta completamente diversa.

Noi abbiamo il libero arbitrio. La risposta che ci danno le carte può aiutarci a imboccare il cammino giusto. Tutto quello che devo fare è capire cosa stiano dicendo

Un libro pieno di colpi di scena da portare in vacanza.

Che L’eredità di Mrs Westaway sia con voi!

Paola Rambaldi

Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...