“TUTTO TORNA” di LEONARDO PALMISANO (Fandango)

Recensione di Marcello Casalino

Luci spente stanotte, ho la testa che mi scoppia, e le viscere in subbuglio…preso in mezzo ad un fuoco incrociato che non capisco”. Così cantava Bruce Springsteen in “Badlands”. E di “badlands” ci parla Leonardo Palmisano nel suo giallo d’esordio “Tutto Torna”, edito dalla Fandango Libri.

Leonardo Palmisano è giornalista e sociologo, esperto di lavoro, migrazione e criminalità, già autore, per la suddetta casa editrice, di “Ghetto Italia. I braccianti stranieri tra caporalato e sfruttamento” (2015), vincitore del premio Rosario Livatino, e di “Mafia Caporale” (2017).

Le “badlands” del suo ultimo libro sono le strade di Puglia, ormai da anni ridotte a “zona di guerra” e lotta tra cosche. Un futuro sempre più a rischio per le nuove generazioni, che in queste terre vorrebbero spenderci una vita intera con un lavoro onesto con cui campare.

Il romanzo parte col botto: la nipotina del boss della Sacra Corona Unita viene rapita nel corso di una rapida azione da commando terroristico. Viene chiamato, nell’ardua impresa di ritrovarla, Carlo Mazzacani, un ex affiliato alla succitata organizzazione e poi boss in proprio nella Banda dei Santi. Antitesi del bandito vecchio stampo, viaggia in Porsche, indossa occhiali Ray Ban a specchio e ascolta gli Smiths di Steven Morrissey. Sulle sue tracce troviamo la Drap (Direzione Regionale Antimafia di Puglia) con a capo la procuratrice Teresa Buonamica e la Dia (Direzione Investigativa Antimafia) diretta dal commissario Curiale.

La ricerca, da parte di Mazzacani, si rivela oltremodo complicata, dovendo egli confrontarsi con dinamiche di stampo mafioso aderenti ad una logica tutta particolare. Si farà aiutare dal suo ex “socio in affari”, Luigi Mascione, già studente di Scienze Politiche oltre che ex pugile professionista. A complicargli le cose provvede l’ambiguo commissario Curiale, corrotto fino al midollo.

Palmisano mette in campo una serie di personaggi azzeccatissimi. Mazzacani e Cascione vengono descritti con caratteristiche e connotati che li trasformano, in un certo senso, da anti-eroi ad eroi. Essi rivelano sempre una debolezza umana verso la quale l’autore dimostra una certa affettuosità che smorza il cinismo. C’è un’anima anche nei banditi, sembra insomma dirci Palmisano. Al contrario, la figura del commissario, solitamente protagonista nel genere giallo, assume qui le coordinate dell’anti-eroe, in un sagace gioco di ribaltamenti. La procuratrice Buonamica passa con disinvoltura dall’essere professionista precisa ed integerrima a figura dai connotati umani e comprensivi, con, in aggiunta, uno charme da femme fatale. I vari boss della malavita, nelle loro drastiche decisioni e per le affettate solennità, paiono (malsani) condottieri omerici.

Il romanzo pullula di scene di violenza e di efferatezza. Piovono cadaveri come nel miglior Manchette. Ma Palmisano è bravo nel trattare la materia infondendole una dose di humour che non va mai al di sopra delle righe. Le scene d’azione fanno tornare alla mente le pellicole di Sam Peckinpah ma soprattutto di Robert Rodriguez.

A mitigare la tensione vi sono le descrizioni del bel paesaggio pugliese, oasi rassicurante per il lettore. L’uso ricorrente del dialetto locale costituisce un mezzo indispensabile per poter entrare nel vivo della espressività criminale. E Palmisano ne fa uso quanto basta.

In conclusione, un giallo ben strutturato che si fa leggere senza fatica alcuna. Non è poco.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a “TUTTO TORNA” di LEONARDO PALMISANO (Fandango)

  1. patrizia debicke ha detto:

    Interessante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...