La litigiosità degli intellettuali

Immagine correlata

Lo dico con grande dispiacere. Quella che potrebbe – generalizzando – chiamarsi la classe intellettuale italiana (intesa come quegli operatori del pensiero e della parola che usano per passione e per mestiere l’intelletto, appunto) non costituirebbe mai una forza a sé, nemmeno se si trovasse d’accordo su alcune questioni vitali. Perché – mettiamo che scoppi una guerra, ad esempio – un terzo si metterebbe a litigare con l’altro terzo perché l’ha chiamata “guerra” e non “conflitto”. E l’ultimo terzo, stando a sbirciare, sentenzierebbe con un po’ di snobismo che sono questioni futili, temi stupidi del giorno: cosa state a parlare di guerra, non capite che le fate solo pubblicità?

Marilù Oliva

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in nugae e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La litigiosità degli intellettuali

  1. patrizia debicke ha detto:

    Vero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...