Sul comodino della Rambaldi: “La rete ombra” di Giovanni Ziccardi (Marsilio Editore)

Risultati immagini per La rete ombra di Giovanni Ziccardi coverGiovanni Ziccardi – Castelfranco Emilia (MO) – è professore di informatica giuridica presso l’Università di Milano e insegna Criminalità informatica al Master in diritto delle nuove tecnologie dell’Università di Bologna. Ha tenuto contatti con gli ambienti hacker nazionali e internazionali studiandone l’evoluzione e ha pubblicato il saggio Hacker – Il richiamo della libertà e il thriller L’ultimo hacker sempre pubblicati da Marsilio.

Una vulnerabilità è una falla nel software del tuo computer.

Un exploit è un codice che sfrutta quella vulnerabilità per attaccarti…

Per capirci meglio: mentre tu stai leggendo io sono già entrato.  

Quando sei solo contro tutti, usare anche le risorse altrui ti rende estremamente potente. Diventi pian piano grande quanto lo sono i tuoi avversari che hanno più mezzi. Ed è questo il bello della rete. Come nelle arti marziali: se sei più debole, sfrutta a tuo favore il peso, la potenza e la velocità del tuo avversario. E vincerai”.

L’avvocato Alessandro Correnti è alle prese col processo più importante della sua carriera per difendere Lara da un’accusa d’omicidio. Ma quando le persone vicine cominciano a essere bersaglio di gente pericolosa torna a diventare Deus, uno degli hacker più famosi al mondo, e per sopravvivere a minacce mortali è costretto a ricorrere a vecchie conoscenze che sperava di essersi lasciato alle spalle.

A Milano, fin dalle prime luci del mattino, una donna elegante viene pedinata da un uomo dall’aspetto dimesso. La segue in auto per il centro di Milano e calza guanti in lattice per attivare un drone per non perderla di vista. È un pedinamento facile col traffico scarso di quell’ora e dall’auto può controllare agevolmente la telecamera del drone. La donna poi ha un Mini Cooper giallo facile da seguire, con un localizzatore già piazzato sotto il paraurti anteriore.

Lo stalker ha 60 anni ed è un professionista ipertecnologico in equilibrio tra vecchia scuola e nuove frontiere digitali. La tecnologia lo aiuta a camminare meno per via dell’artrite reumatoide dovuta ai troppi appostamenti al freddo fatti da ragazzo. È stato spia a Berlino Est, ma nell’ambiente criminale lo conoscono solo come lo stalker predatore, per il piacere che prova nel terrorizzare le sue prede.

Ama prendersela con le persone felici per renderle infelici e viene pagato per un lavoro che svolgerebbe volentieri anche gratis.

Prende di mira le menti delle sue vittime per far sì che si facciano del male da sole.

E la sua arma è l’invisibilità.

Da giorni sa che la donna sarebbe uscita dalla città. Ha un assoluto bisogno di privacy per risolvere un grosso problema. Deve trovare una farmacia, dove non la conoscano, per acquistare un test di gravidanza.

Quando entra nella villa dei genitori per fare il test, non si accorge del drone che la spia, e quando esce, contenta di non essere incinta, l’amante al telefono la convince a rifarne un altro presso un Laboratorio Analisi.

Lo stesso Laboratorio Analisi previsto nel piano dello stalcker…

La rete ombra è un techno-thriller che racconta la realtà odierna delle nuove tecnologie, dove nessuno è al sicuro, e Giovanni Ziccardi è considerato uno dei massimi esperti di cybercrimine.

Che Deus vi protegga!

PaolaRambaldi

Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...