Sul comodino della Rambaldi: “Esche” di Andrea Fiorito (Corrimano Edizioni)

Risultati immagini per "Esche" di Andrea FioritoAndrea Fiorito è nato ad Alessandria. Laureato al DAMS di Bologna, vive a Roma. Esche è il suo primo Da neonato F. non è stato allattato perché dal seno di sua madre non usciva latte, quindi è attratto da donne con grosse tette. A una delle donne che ha amato di più, un giorno ha chiesto: “Da chi hai ereditato le tette grosse?” Lei ha risposto: “Credo da mio papà. Mia mamma non ha seno. Non mi ha mai allattata”

I personaggi di Andrea Fiorito sono tutti fissati per le prostitute. Passeggiatrici, squillo, lucciole, ragazze di vita. Esche.

Sono quasi sempre uomini grezzi e volgari che si raccontano come si fa tra maschi al bar, in maniera terra terra, senza pudori e politicamente scorretta. Storie mai banali che a tratti si perdono in dialoghi demenziali come spesso succede nelle chiacchiere da bar, ma che in alcuni casi arrivano anche a commuovere.

Gente triste e annoiata che beve e che dalla vita si aspettava ben altro, e le prostitute sono l’unico regalo che possono concedersi.

Storie come quella di T. che esce dal carcere per il primo permesso dopo dodici anni, e va in città in cerca di una prostituta. Si concede la prima colazione in un bar dopo tanto tempo, il carcere l’ha ridotto da schifo, e gli altri carcerati non vedono l’ora che torni per sapere com’è andata e per emozionarsi col suo racconto.

Storie di una vigilia di Natale con due tizi che tornano in discoteca per vendicarsi dei ricconi che li hanno menati per aver abbordato le loro donne, e per prendersi la rivalsa si portano dietro una bella prostituta.

Storie come quella del tale che fantastica sulla ragazza brasiliana delle televendite e quando va a prostitute ne trova una che le somiglia e va bene anche se è un trans.

Storie come quella di W. (la mia preferita) che lavora in fabbrica ed è ossessionato dalle donne. Che parla solo di sesso ed è convinto che quelle che lo snobbano abbiano dei problemi, va abitualmente a prostitute per consolarsi di essere fidanzato con una brutta da 15 anni. Poi alla cena coi colleghi del fine settimana dà un passaggio alla segretaria, la porta in campagna e ci prova pesantemente, mentre alla radio danno Cha cha cha della segretaria…

Storie come quella di un altro T. annoiato e ripetente, che non trova altra soluzione che andare a bottega dal fratello parrucchiere, che racconta dell’ultima volta che sono andati a prostitute prima che il fratello morisse.

Storie di un addio al celibato tra amici che mandano quello gay da una prostituta. La donna sta al gioco e lo tiene con sé tutta la notte. La madre non l’ha mai amato e l’unica cosa che desiderava era di dormire abbracciato a una donna almeno per una notte.

Storie dure, a tratti divertenti ma anche emozionanti. Questo è Andrea.

Che le peripatetiche di Fiorito siano con voi!

PaolaRambaldi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sul comodino della Rambaldi: “Esche” di Andrea Fiorito (Corrimano Edizioni)

  1. patrizia debicke ha detto:

    buono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...