Sul comodino della Rambaldi: “Sospensione” di Michele Neri (Centauria Editore)

Risultati immagini per "Sospensione" di Michele Neri (Centauria Editore)Michele Neri, di Milano, Giornalista culturale per quotidiani e periodici, ha diretto l’Agenzia Grazia Neri e fondato Makadam, la prima comunità al mondo di immagini scattate con il cellulare. Ha pubblicato per Mondadori Scazzi, scritto col figlio, e per Gallucci, Photo Generation, un’indagine sulla fotografia nell’epoca dei social media.

Gabriele Santucci, 52 anni, stimato manager di una multinazionale di Roubaix che commercia in fibra d’amianto, si è fatto il mazzo per 25 anni per salvaguardare i profitti aziendali, trascurando tutto il resto senza guardare in faccia nessuno, accettando un lavoro e un paese che detesta.

Abbandonata l’università in Italia alla fine degli anni ‘70 è partito verso nord in cerca di lavoro e non è più tornato. Il prezzo da pagare è stato distogliere l’intelligenza da tutto quel che fa, difendendo le imbarazzanti ragioni dell’amianto come un alcolista difende la sua scorta segreta.

E nel farlo è stato di una spigliatezza imbarazzante.

Per anni ha concesso indennizzi per placare sul nascere la rabbia delle vittime, organizzato funerali quando non c’era più niente da fare, rimandando di 15 anni la sospensione della produzione d’amianto quando era ormai lampante che era letale

Poi, improvvisamente, dopo una banale visita urologica tutto precipita.

Quando lo specialista gli diagnostica una disfunzione erettile il timore dell’impotenza lo costringe improvvisamente a riesaminare la sua vita.

Se finora si eccitava anche guardando la foto di una parlamentare su un quotidiano, ora deve abbandonare ogni speranza e i ripetuti episodi imbarazzanti anche con la moglie sono un’ulteriore conferma.

Di tanti gravi problemi affrontati, mai avrebbe pensato che il suo corpo potesse abbandonarlo.

Lo specialista sottolinea che sta solo vivendo un momento di fragilità e gli prescrive un flacone di Viranza, ma lui è demoralizzato per non aver avuto nessun preavviso e per aver malamente impiegato il suo tempo.

Ma con la vita che ha condotto finora c’è forse da stupirsi?

Non fuma e non beve. Dirige uno stabilimento di 100 dipendenti. Si è guadagnato la ricchezza senza l’aiuto di nessuno, ma il benessere lo ha allontanato da tutti.

Quelle pillole lo spiazzano a tal punto da non sentirsela di rincasare, non telefona nemmeno alla moglie per avvertire che non torna. Sente di doversi allontanare da lì al più presto. Non sa nemmeno lui per quanto. Sua moglie è abituata, è già successo altre volte che non telefoni e non si preoccuperà più di tanto.

E dopo aver fatto di tutto per lasciarsi alle spalle l’Italia, ecco che decide di tornarci.

Il viaggio lo condurrà all’origine del suo fraintendimento esistenziale e a distanza di anni dovrà fare i conti con una verità che ha trascurato per tanto tempo.

Gabriele si era presentato orfano, senza fratelli, restio a racconti, aneddoti. L’inizio e un muro dietro. Non c’erano state fidanzate che lo cercassero. Amici che facessero auguri di compleanno, o si presentassero a sorpresa a Roubaix… è raro che a una moglie l’assoluto non faccia piacere. Può essere inebriante… Le domande si erano affacciate soltanto negli ultimi anni…”

Il romanzo è una riflessione sul tempo che passa.

Di questo libro hanno detto “Un linguaggio alla Breat Easton Ellis di Meno di zero”.

Che il ritorno al passato di Gabriele Santucci sia con voi!

PaolaRambaldi

Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...