Basma Abdel Aziz – LA FILA (Nero, collana Not)

Risultati immagini per Basma Abdel Aziz – LA FILARecensione di Marco A. Piva


EDITORE: Nero
COLLANA: Not
TITOLO ORIGINALE:
روباطلا (Al-Tabuur)
LINGUA ORIGINALE: arabo
TRADUZIONE: Fernanda Fischione

Basma Abdel Aziz (nella foto, sotto) è una pluripremiata scrittrice, giornalista e psichiatra egiziana. “La fila” è il suo terzo romanzo (pubblicato nel 2013), il primo a essere stato tradotto in italiano.

La storia ci fa precipitare immediatamente in un mondo distopico; siamo in un Paese nordafricano mai meglio specificato nel quale, dopo i “Disgraziati Eventi”, tutta la burocrazia possibile è affidata a un’entità nota come “La Porta”, di fronte alla quale chiunque abbia bisogno di qualunque tipo di documento deve mettersi pazientemente in coda. Un unico problema: la Porta è chiusa, e nessuno sa quando e se aprirà. Ma la gente aspetta.

L’autrice ci porta a fare conoscenza di alcune tra le migliaia di persone in attesa davanti alla Porta, appunto impegnate nella fila che dà il titolo al romanzo. Per alcuni di loro, la possibilità di ricevere certi documenti è letteralmente una questione di vita o di morte. Ma la Porta non fa eccezioni per nessuno.

È evidente che i “Disgraziati Eventi” siano una metafora molto poco celata che rappresenta la Primavera Araba vista dalla parte di un governo che, in questo romanzo, sta facendo di tutto per minimizzarne l’impatto riducendoli, nelle proprie dichiarazioni e quindi nella memoria della gente che non vi ha partecipato, a piccole scaramucce durante le quali un numero risibile di ribelli ha cercato di usare le maniere forti contro le forze governative, che sono state quindi costrette a soffocare tale rivolta con l’uso della forza. Ma non delle armi, questo viene ripetuto più volte dalle fonti di questo governo totalitario. Ma Yahya ha una pallottola nell’intestino, e il dolore si fa sempre più forte. Al di fuori della fila Tareq, il medico che ha curato Yahya dopo il ferimento ma cui non è stato possibile intervenire per estrarre il proiettile proprio a causa della mancanza di un documento che solo la Porta può rilasciare, comincia a provare una certa crisi di coscienza per aver abbandonato un ferito al proprio destino.

Immagine correlata

E questi sono soltanto due tra i personaggi che Basma Abdel Aziz ci presenta, ognuno caratterizzato con molta cura, rappresentato certo da un aspetto messo più in risalto degli altri (solitamente il motivo per cui il personaggio in questione si trova in fila) ma costruito a tutto tondo.

Il mondo nel quale si muovono questi personaggi, descritto quasi solo tramite le loro interazioni con le cose e gli eventi, è un mondo angosciante, decisamente distopico ma allo stesso tempo non così lontano da una realtà possibile; si avvicina abbastanza a quello che tendiamo a immaginare di nazioni come la Corea del Nord, dominate con il pugno di ferro da un regime che finge di cercare di farsi credere benevolo.

L’azione in questo libro è quasi del tutto assente: si tratta di una storia di attese, di pensieri e riflessioni, di persone che, volenti o nolenti, si trovano a dover convivere con una situazione opprimente facendo del proprio meglio per sopravvivere, per tirare avanti al meglio, non aspettando miglioramenti ma accettando quello che è successo e sta succedendo. È una storia angosciante, profondamente triste ma mai lacrimosa, una storia di sogni schiacciati, di speranze dimenticate, di aspirazioni disattese. Sicuramente una storia da leggere, da capire.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Basma Abdel Aziz – LA FILA (Nero, collana Not)

  1. PG Fabbrini ha detto:

    bellissimo – grazie per la segnalazione!

    non riesco a lasciare i commenti, boh!

    ________________________________

  2. piera carroli ha detto:

    bellissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...