Sul comodino della Rambaldi: “Morte a Bellagio” di Cocco & Magella (Marsilio)

Risultati immagini per "Morte a Bellagio" di Cocco & MagellaGiovanni Cocco, Como, 1976, scrittore, e Amneris Magella, Milano, 1958, medico legale.

Della loro serie a quattro mani con protagonista il Commissario Stefania Valenti, tradotta negli Stati Uniti e nei principali paesi europei, sono già usciti: Ombre sul lago e Omicidio alla stazione centrale

La premiata ditta Cocco & Magella collabora ormai da cinque anni ambientando i loro noir sul lago di Como. La loro eroina, il Commissario Stefania Valenti, è una poliziotta che deve conciliare il lavoro a una complicata vita personale con: la figlia adolescente, Camilla, la madre e il compagno.

Nei giorni che precedono il Natale, quando tutti i paesi che costeggiano il lago di Como sono addobbati a festa, viene ripescata la carcassa di un SUV Mercedes nero nelle gelide acque del lago, in località Ponte del Diavolo, sulla strada tra Lezzeno e Bellagio. Al suo interno viene estratto il cadavere di Irene Castelli, 43 anni, ultima erede di una nota dinastia di imprenditori lombardi.

Stefania Valenti è chiamata sul posto per le indagini su quello che ha tutta l’aria di essere solo un rocambolesco incidente. Secondo dei testimoni, che hanno udito l’impatto con l’acqua, l’auto sarebbe precipitata nel lago alle 5 del mattino. Sul posto però non si vedono segni di frenata e Stefania è costretta a dare la brutta notizia ai parenti di Bellagio.

L’ex marito Alberto Barbieri, un bell’uomo con cui Irene intratteneva ormai solo rapporti formali, è certo che si tratti di un incidente. La moglie era depressa e da tempo si nutriva di alcol e psicofarmaci, guidava spesso ubriaca e negli ultimi tempi era stata talmente ossessionata dall’idea che qualcuno la seguisse da assumere un bodyguard.

Purtroppo col procedere delle indagini Stefania scopre che qualcuno ha manomesso i freni del SUV e quello che sembrava solo un brutto incidente si trasforma in omicidio.

Ma chi poteva avere interesse a uccidere Irene?

Con l’aiuto di Piras e Lucchesi le ricerche di Stefania tornano a concentrarsi sull’ex marito, sul bodyguard russo, sui fratelli a cui era legata da un ambiguo rapporto, sulla curiosa amicizia con la svizzera Inge, e sul dramma privato della famiglia Castelli iniziato quarant’anni prima in un sanatorio alpino di Sondalo.

E se il lavoro crea complicazioni anche la vita privata di Stefania non è da meno:

La cameriera portò i due piatti fumanti con i pizzoccheri… poi il discorso arrivò a Camilla.

Lei proprio non mi accetta” disse Luca.

Ti vede in antitesi a suo padre e per lei non potrai mai essere un amico”.

Ma perché è così ostile?”

Perché sei una via di mezzo: troppo giovane per essere un padre e troppo vecchio per essere un amico. E comunque vede in te un ostacolo al raggiungimento del suo ideale.”

Che sarebbe vedere i genitori insieme e felici?”

Esatto.”

Un poliziesco investigativo classico, accurato, e ben scritto, che fa venir voglia di vedere com’è il Lago di Como a Natale.

Che la complicata vita del Commissario Valenti sia con voi!

PaolaRambaldi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sul comodino della Rambaldi: “Morte a Bellagio” di Cocco & Magella (Marsilio)

  1. patrizia debicke ha detto:

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...