Fabio Girelli, “Il settimo esorcista” (Piemme)

Recensione di Marco A. Piva

Era un bel po’ che non mi capitava di girare l’ultima pagina di un libro dicendo: “Che bel romanzo”; ieri sera, finendo questo lavoro di Fabio Girelli, è successo. E sì, mi sono detto esattamente quelle parole, ad alta voce, da solo nella mia stanza.

Vediamo un po’ di cosa tratta “Il settimo esorcista”, dunque.

Dopo un prologo misterioso, che si capirà soltanto una volta ben avanti con la lettura, ci ritroviamo a Torino, patria di un numero in costante crescita di autori. Lisa torna a casa, in una serata all’apparenza normale, ma improvvisamente si ritrova precipitata in una situazione che le ricorda sin troppo da vicino un momento, quattro anni prima, in cui, in Africa, aveva quasi perso la vita. Passiamo poi a incontrare colui che già la copertina ci suggerisce essere il nostro protagonista: il vicequestore Andrea Castelli. Viene svegliato da un collaboratore che lo chiama sulla scena di un crimine, per la precisione l’omicidio di Lisa.

Presto, dopo un altro morto, Castelli si rende conto che c’è in giro qualcuno che ammazza gente “miracolata”, che ha scampato la morte soltanto per caso. Scoperta una traccia in una serie di ex voto conservati all’interno del santuario della Consolata, Castelli si ritrova a collaborare con don Carlo, il sacerdote del santuario, un esorcista praticante. Il pragmatismo del poliziotto e le esperienze soprannaturali del prete si scontrano presto, ma la cooperazione tra loro è necessaria per le indagini.

Un punto di forza di questo romanzo sono i suoi personaggi, primo tra tutti lo stesso Castelli; si tratta di un uomo che, sulla falsariga della maggior parte dei poliziotti protagonisti di romanzi, ha una serie di idiosincrasie e di problemi. Anzitutto soffre di bipolarismo, il che a volte ostacola le sue ricerche. Inoltre, dettagli che lo rendono memorabile, a volte cita poesie all’apparenza a casaccio (ma in realtà ha un suo metodo), ha scelto di vivere in un albergo e ha un rapporto di amicizia strettissima, a quanto pare non sessuale, con Georgine, una transessuale brasiliana che fa la prostituta.

Vicino a lui agiscono il già nominato esorcista don Carlo; il pragmatico ispettore Giordano, che funge un po’ da “parte razionale” dell’eccentrico Castelli; l’agente Mathis, un valdese dall’aspetto angelico che sembra tanto puro da essere intoccabile dagli aspetti negativi del mondo; l’agente Ghisu, un sardo taciturno dal cervello fino; lo psichiatra dottor Fenoglio, un professionista zelante e retto… e l’elenco potrebbe continuare ancora, comprendendo personaggi che magari compaiono soltanto in una o due scene e che un autore meno capace avrebbe potuto ridurre a semplici macchiette o caricature.

Un romanzo di personaggi, quindi, ma non solo. La storia è ben costruita, con una serie di colpi di scena imprevedibili che si susseguono con un filo strettamente logico, fino all’epilogo nel quale la soluzione all’ultimo mistero ci viene svelata ancora una volta con una sorpresa.

Il settimo esorcista” non è il primo romanzo di questo autore, né è il primo con Castelli come protagonista, ma leggendolo senza conoscere il libro precedente (“Tutto il villaggio lo saprà”) non si perde nulla. A parte il piacere di aver letto un altro bel thriller.

Come spiegato dall’autore stesso durante una presentazione on-line del romanzo ospitata dalla pagina “Thriller Amore Mio” (il video si può guardare su quella stessa pagina), ci aspetta ancora almeno un altro romanzo con Castelli come protagonista; probabilmente, Girelli ha ancora in mente qualche altro trauma da far subire al suo personaggio.

Ci dispiace un po’ per il vicequestore, ma… buon per noi che avremo la possibilità di leggere ancora almeno un romanzo, se non di più, incentrato su questo personaggio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...