Sul comodino della Rambaldi: DENTRO L’ACQUA di Paula Hawkins (PIEMME)

La giornalista Paula Hawkins vive a Londra ed è autrice del bestseller internazionale La ragazza del treno, il thriller che ha venduto più di 18 milioni di copie nel mondo in meno di due anni da cui è stato tratto l’omonimo film con Emily Blunt.

Solo in Italia il libro ha venduto un milione di copie senza mai lasciare le classifiche.
Dentro l’acqua, è considerato l’evento editoriale dell’anno pubblicato in quaranta Paesi.

Quando due poliziotti vanno a cercarla, Julia Abbott detta Jules, pensa subito al peggio, sua sorella Nel si è suicidata nello “stagno delle annegate” di Beckford nel nord dell’Inghilterra ed è costretta a fare ritorno al paese natale per occuparsi della nipote Lena rimasta orfana.

Le ferite sul cadavere sono compatibili con una caduta dall’alto ma la ribelle Lena è sicura che sua madre si sia suicidata per colpa sua e che non abbia lasciato biglietti solo per creare mistero, mentre Jules è certa che la sorella non si sia buttata.

A 17 anni l’ha salvata dal fiume e mai e poi mai avrebbe ripetuto quell’esperienza.

Nel era ossessionata dal fiume e da tutte le donne che negli anni c’erano annegate.

Donne difficili come lei forse, ma mai e poi mai le avrebbe imitate.

Jules aveva cercato di dimenticare Beckford.

Quando viveva lì Nel usciva di notte per incontrare un ragazzo, il padre si vedeva con la moglie del parroco e sua madre per la sofferenza dimagriva ogni giorno di più. Appese alle pareti di casa ci sono ancora le macabre riproduzioni de l’Ophelia di Millais, de l‘Ecate di William Blake, de Il sabba delle streghe , e de Il cane di Goya che lotta per tenere la testa fuori dall’acqua.

Delle annegate nello stagno nei secoli alcune erano morte volontariamente, altre no, e se un tempo ci affogavano le streghe, in seguito c’erano finite tutte quelle che creavano problemi come:

Libby immersa con mani e piedi legati perché a 14 anni aveva sedotto un uomo di 20 anni più vecchio convincendolo a lasciare moglie e figlio piccolo e a commettere atti contro natura.

Anne Ward che aveva ucciso un marito violento e si era recata al fiume per lavarsi le mani.

Mary Marsh perché praticava l’aborto.

Lauren, che si era inspiegabilmente buttata a 32 anni sotto gli occhi del marito e del piccolo Sean.

Marta che aveva appesantito lo zaino di pietre e si era immersa piangendo.

Ma se tutte queste annegate avevano creato guai, quale segreto ha trascinato Nel sott’acqua?

La lettura del romanzo richiede particolare attenzione nel seguire tantissimi personaggi, con almeno undici punti di vista diversi prima di ricucire la storia sul finale.

Oltre a Jules e Lena conoscerete la bellissima Katie, la sensitiva Erin che è l’unica a cogliere il senso di quel che sta succedendo, il detective Sean, che senza sapere indaga su una vicenda che lo riguarda, e suo padre Patrick che in quel fiume ci annegava le gatte incinte.

A questo punto ci aspettiamo un altro film.

Che l’Ophelia sia con voi!

Paola Rambaldi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Sul comodino della Rambaldi: DENTRO L’ACQUA di Paula Hawkins (PIEMME)

  1. pdebicke ha detto:

    Grazie

  2. PG Fabbrini ha detto:

    Cara Marilù,

    dovrò ri’iscrivermi a wordpress, non mi prende nessuna delle mie 2 email…

    brava Paola Rambaldi, ha recensito lei l’ultimo libro prima che io facessi il primo – La ragazza del treno!

    promette bene… a me piacciono tanti punti di vista purchè non risulti poi troppo annacquato?

    comunque vorrei leggerlo in inglese. a presto!

    piera

    ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...