Cleopatra, L’ultima regina d’Egitto di Christian Jacq (TRE60)

Recensione di Patrizia Debicke

Diventare regina a diciotto anni, pensare di voler riformare lo stato, e invece essere costretta all’esilio dalla cricca di suo fratello Tolomeo, un ragazzetto formalmente suo marito e con il quale deve dividere il trono. Obbligata a fuggire per evitare la spada degli assassini prezzolati per eliminarla e quindi temere di dover morire lontano da Alessandria. Questo avrebbe dovuto essere il destino di Cleopatra, una giovane donna di straordinaria cultura – l’unica della famiglia a parlare perfettamente l’egiziano – e dotata di eccezionale bellezza. Lei però non è disposta a piegarsi e accettarlo. Ma come fare con tutta la corte contro, salvo pochi fidi, a riconquistare il suo regno con l’Oriente intero in subbuglio per la guerra mortale tra Pompeo e Cesare?

Bisogna evitare gli inseguitori, attraversare il deserto in direzione della Palestina, trovare un rifugio ad Ascalona, dichiarare guerra e riuscire con uno strattagemma a incontrare Cesare, il grande generale, il geniale conquistatore, ma anche l’irresistibile seduttore. (Come fece? La furbissima si fece avvolgere da un suo fedele, Apollodoro Siciliano, in un grande tappeto legato con una cinghia. Poi Apollodoro si presentò a Palazzo reale con il lungo involto sulle spalle e dicendo di dover consegnare un dono a Cesare arrivò fino ai suoi appartamenti. Giunto al suo cospetto srotolò il tappeto e… comparve Cleopatra con addosso fascinosi abiti velati e, ostentando favolosi gioielli, chiese protezione dal fratello. Il risultato fu che i due divennero amanti quella stessa notte.)

Insieme poi, uniti da un incantesimo d’amore, intrapresero il sogno di riportare l’Egitto all’antico splendore. Con l’aiuto e il consiglio del mago Hermes la greca Cleopatra divenne Cleopatra l’egiziana. Un disegno sovrannaturale che la spingeva a voler risuscitare l’impero degli antichi…

Un altro intrigante e accurato romanzo storico (con lui ambientazione, particolari eccetera ecc. non si discutono) di Christian Jacq dedicato agli appassionati di storia egizia. Jacq riesce a descrivere bene l’angoscia di Cleopatra, l’evoluzione del conflitto squisitamente politico tra lei e suo fratello Tolomeo XIII. Ci racconta quella che fu la sanguinosa guerra civile di Alessandria, che vide battaglie navali e scontri all’ultimo sangue tra i numerosi partigiani dell’adolescente faraone e i pochi, ma fedelissimi sostenitori di Cleopatra che solo con l’appoggio dell’alleato romano riuscirono a prevalere. Una terribile guerra civile che portò purtroppo anche alla distruzione della Biblioteca di Alessandria, che allora raccoglieva il sapere di tante civiltà.

Lo stile descrittivo di Christian Jacq ci regala un romanzo piacevole, intrigante e di facile lettura. Ma a mio vedere – forse è solo una mia idea, mi aspettavo di più da una trama con due colossi per protagonisti, la sfolgorante eroina e l’imperator delle legioni – nonostante il gran talento di Jacq forse la sua storia assomiglia troppo a una favola con il bene e il male che si scontrano e un tocco di magia così, tanto per gradire.

C’era materia per fare di più? Io credo. In fondo se si guarda bene Cleopatra è stata l’ultima sovrana dell’era ellenistica, l’ultima rappresentante della stirpe Tolemaica a regnare. Dopo di lei l’Egitto diventerà una provincia romana, il granaio dell’impero.

Senza Cesare, Cleopatra non avrebbe mai potuto riconquistare l’Egitto; altrettanto senza Cleopatra, Cesare non avrebbe ma potuto pensare a una duratura pace in Oriente.

La loro storia si è ben coniugata con una nuova realtà politica che è riuscita a mettere fine ad anni di conflitti e crisi territoriali.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...