La donna senza passato di Anna Ekberg (Nord)

 Recensione di Patrizia Debicke

Louise Andersen non sa molto del suo passato, al di là del suo nome. Ma è certa di avere quarant’anni e di chiamarsi Louise Andersen per la borsa con i documenti che i soccorritori le hanno trovato a fianco tre anni prima, dopo essere caduta e aver battuto la testa in un battello in navigazione per il porto di Ronne, di una minuscola isola danese. Il colpo era stato molto duro e si era risvegliata in ospedale, in stato confusionale. Poi, dimessa, si era istallata nell’isola, dove aveva trovato un lavoro in una caffetteria e si era rimboccata le maniche per costruirsi una nuova vita. Si era dimostrata volenterosa e capace e, quando la proprietaria aveva scelto di ritirarsi, gliel’aveva affidato in gestione. Più o meno sei mesi dopo il suo arrivo a Christiansø aveva conosciuto Joachim, uno scrittore dai capelli brizzolati, di dieci anni più vecchio di lei e reduce da un divorzio ma tra loro era scoccata subito una speciale scintilla. Erano fatti l’uno per l’altra e, da quel momento, Joachim si era trasferito nel suo piccolo appartamento sopra il locale… Ma zac! Tutto è destinato a cambiare all’improvviso, quando un bell’uomo bussa alla porta del locale e dichiara che lei, Louise, è Helene Söderberg, sua moglie misteriosamente scomparsa tre anni prima dopo una caduta da cavallo. Avrebbero anche due figli: un maschio di otto anni e una bambina di cinque e Helene sarebbe l’unica figlia ed erede di un’importante dinastia danese di imprenditori marittimi.

L’esame del DNA lo conferma e, benché Louise/Helene non riesca a ricordare i fatti prima della sua caduta, neppure con l’aiuto di un valente psichiatra, con il cuore serrato dall’angoscia si crede in dovere di congedare Joachim e seguire Edmund suo marito. Ora ha bisogno di risposte e forse l’unico posto in cui ritrovarle pare la lussuosa villa dei Söderberg, nello Jutland.

E anche secondo i medici la vicinanza dei suoi cari dovrebbe aiutarla a ricuperare la memoria e la serenità. Ma Helene non si fida, a parte l’affettuoso rapporto con i bambini, tutto la rende dubbiosa e inquieta. Addirittura ha la sensazione che sia proprio Edmund a non volere che lei recuperi la memoria. Lo sente reticente, non vuole aiutarla a ricostruire quanto accaduto nei giorni che hanno preceduto la sua scomparsa e, poco a poco, Helene si rende conto che quella scomparsa è solo la punta di un iceberg in un oceano di bugie, inganni e tradimenti, inquinato dal fatto che alcuni documenti di famiglia siano misteriosamente andati perduti.

Cosa le nasconde veramente Edmund? Perché lei era fuggita? Perché si è svegliata su una traghetto coi documenti di un’altra donna? E chi è era in realtà quella donna? Cosa nascondeva? Mentre Joachim, che non vuole rinunciare a lei, muove mari e monti per ritrovare Louise Andersen, Helene deve scoprire la verità, anche a costo d’imboccare un arduo cammino che metterà in pericolo lei e il suo desiderio di riscatto. Cosa c’è mai nel suo passato e in quello della sua famiglia che nessuno vorrebbe far tornare alla luce? Perché certi segreti dovrebbero restare nell’ombra?

Romanzo molto intrigante e di polso, firmato da Anna Ekberg, il nuovo pseudonimo dietro il quale si cela la coppia di famosi autori Anders Rønnow Klarlund e Jacob Weinreich (vedi foto sopra) che hanno costruito una trama appassionante che riesce a infilare nella vita dei protagonisti tutti gli ingredienti necessari per farne un buon thriller quali: amnesia, omicidio, vendetta, accuse, sentimenti, sensi di colpa, sopraffazione e grande indimenticabile e insopprimibile amore pronto a tutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni, Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...