Sul comodino della Rambaldi: GLASGOW SMILE di Andrea Castaldi (Golem)

 

Andrea Castaldi, diplomato in violoncello al conservatorio Cantelli di Novara, insegna alle scuole medie e ha pubblicato in E-Book i romanzi La scelta (2013) e Il bosco (2014) che hanno per protagonista l’ex Ispettore di polizia Alessandro Scarlatti.

Il Glasgow smile è una ferita causata da piccoli tagli ai lati della bocca. La vittima viene percossa e pugnalata affinché i muscoli del viso si contraggano facendo estendere il taglio fino alle orecchie. La cicatrice somiglia a un sorriso. Solitamente viene inflitta con un vetro rotto o un coltello e può portare alla morte per dissanguamento. La pratica che ha avuto origine a Glasgow (Scozia) è presto diventata popolare fra le gang di strada in Inghilterra.

In pieno giorno un uomo aspetta il momento buono per introdursi in un appartamento senza essere visto. Con un berretto da baseball calato sugli occhi aggredisce la padrona di casa mentre prende il sole in giardino e la strangola con una cinghia da elettricista, poi comunica alla poliziaNe ho uccisa un’altra e non mi prenderete mai!”

Quattro mesi prima, l’ex Ispettore di polizia Alessandro Scarlatti, ora impiegato presso un vivaio, viene interrogato dalla polizia.

Lo sospettano di aver ucciso la ventenne Chiara Bellini che lavorava nella serra. Il cadavere deturpato da orribili sevizie è stato ritrovato privo di mani e le telecamere hanno intercettato Chiara mentre scendeva dall’auto di Scarlatti l’ultima notte che è stata vista viva.

A poco serve che Alessandro dica di averle dato un semplice passaggio. Chiara era un’ex detenuta schiva e diffidente segnata dall’aver ucciso il padre e le era sinceramente affezionato.

Sconvolto dall’omicidio e deluso dal lavoro degli agenti decide di indagare per conto suo giungendo alla conclusione che le mani debbano esserle state amputate perché aveva il DNA dell’assassino sotto le unghie.

Intanto altri due cadaveri coi segni delle medesime sevizie vengono rivendicati dalla solita telefonata. Sono una quindicenne trovata in una discarica e una prostituta siciliana che si faceva chiamare Natasha.

A un’accurata analisi le sevizie seppur identiche sembrano inferte da mani diverse il che fa pensare ad almeno due assassini e le torture devono essere state inflitte davanti a uno specchio in modo da costringere la vittima a guardare mentre le aprono la faccia. Il Glasgow smile.

Riuscirà Alessandro Scarlatti a venire a capo dei delitti?

E trovare i responsabili basterà a placare la sua sete di vendetta per la morte di Chiara?

Andrea Castaldi se la cava egregiamente col noir anche se le scene hard nei panni di una donna sono a tratti suggestive e non mettono mai in dubbio che le donne pur raccontando di divertirsi un sacco possano anche non divertirsi per niente.

Che il sorriso di Glasgow sia con voi!

Paola Rambaldi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...