Sul comodino della Rambaldi: AURORA NEL BUIO di Barbara Baraldi (Giunti)

Barbara Baraldi (nella foto sotto) è autrice di thriller, romanzi per ragazzi e sceneggiature di fumetti (come Dylan Dog e Diabolik), i suoi libri sono tradotti all’estero. Ha esordito con La bambola di cristallo per Il Giallo Mondadori e la BBC l’ha scelta tra i protagonisti del documentario inglese “Italian noir” sul giallo italiano insieme ai nostri: Camilleri, Carlotto, Lucarelli e De Cataldo.

Confesso che la prima volta che ho incontrato Barbara Baraldi, anni fa alla presentazione di un libro, sono rimasta colpita dal suo aspetto. Bella, longilinea, nerovestita, pallida, rossetto scarlatto, grandi occhi chiari e un enorme drago tatuato che traspariva dalle calze lavorate che partiva da sopra il ginocchio per allungarsi fino alla schiena. I capelli lunghi mossi e castani erano bloccati da un vistoso fermacapelli a forma di pipistrello. Distolti gli occhi dall’aspetto dark aggressivo mi hanno sorpresa dolcezza, garbo e gentilezza un mix che unito alla sua passione per Dario Argento mi ha spinta a comprare il libro che presentava e a procurarmi, curiosissima, negli anni i fumetti di Diabolik e Dylan Dog che recavano la sua firma. Il fatto poi di sapere che come me colleziona Grazia Ricevuta mi spinge a seguirla anche su Facebook nelle sue avventure librarie. Naturalmente non è l’unica/o scrittrice/scrittore che mi incuriosisce ma sicuramente rientra tra quelle/i che ricordo meglio, Aurora nel buio è la sua ultima fatica.

Aurora Scalviati è un’esperta profiler che in seguito a una ferita al capo durante una sparatoria soffre di un disturbo bipolare che tiene a bada con farmaci e sedute clandestine di elettroshock.

Trasferita per motivi disciplinari da Torino a Sparvara, uno sperduto paesino immerso nelle nebbie dell’Emilia, il giorno stesso del suo arrivo trova i colleghi alle prese con un delitto.

E’ stata uccisa Rossella Gualtieri, il marito Carlo è scomparso e la figlia Aprile di 9 anni è stata rapita. A completare l’opera, dopo aver infierito sul cadavere l’assassino ha scritto col sangue su una parete “Tu non farai alcun male”.

Dai primi rilievi Aurora pensa a un killer che in passato ha già colpito con le stesse modalità.

Nella vicina Casa Ranuzzi venti anni prima qualcuno ha fatto a pezzi un’intera famiglia per un furto di melograni e le pareti sono ancora infestate con scritte inneggianti al Lupo cattivo. Qualcosa sulla scena del crimine non convince Aurora, anche se sulle prime non sa dire cosa, ma nessuno si fida del suo intuito e l’eccessiva dedizione al lavoro non è per nulla apprezzata dai nuovi colleghi d’ufficio che da subito le sono apertamente ostili, tant’è che il Comissario Piovani la diffida dall’occuparsi dell’indagine e la assegna all’Ufficio Immigrazione.

L’unico collega ben disposto nei suoi confronti sembrerebbe Bruno, ma un giornalista locale la mette in guardia sostenendo che è un uomo violento.

Contemporaneamente la piccola Aprile si sveglia legata con del nastro adesivo contro una parete metallica.

L’uomo che l’ha appena rapita indossa la maschera del Lupo cattivo.

Per salvarla e per evitare altri morti, Aurora, si vedrà costretta a indagare per conto suo.

Che il Lupo cattivo sia con voi!

Paola Rambaldi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni: sul comodino della Rambaldi, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sul comodino della Rambaldi: AURORA NEL BUIO di Barbara Baraldi (Giunti)

  1. patrizia debicke ha detto:

    OK

  2. Riccardo ha detto:

    Ho letto solo l’inizio del tuo scritto, non volevo scoprire troppo di questo libro che mi incuriosisce; vale la pena? Mi basta un si o un no. Un saluto, io e te abbiamo visto anche un film insieme, credo un tre annetti fa, grazie a un’ “amicizia comune”…Riccardo M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...