BLOGGER:  Cecilia Lavopa

NOME BLOG:  CONTORNI DI NOIR

I tuoi dati biografici fondamentali

Sono Cecilia Lavopa e vivo a Milano. Sono assicuratrice e blogger, non per forza in questo ordine di importanza

Come nasce il tuo blog?

Nasce da un suggerimento di Alessio Valsecchi de La Tela Nera, dopo aver saputo che il forum di Qlibri in cui ero moderatrice del genere Thriller/Giallo/Noir sarebbe stato chiuso. Un po’ per scherzo, un po’ per sfida, ci ho provato ed eccomi qui.

Qual è la sua filosofia di fondo o il suo motore?

Tranne gli editori a pagamento, diamo l’opportunità sia agli autori emergenti che i self-publisher di avere un piccolo spazio, potrebbe sempre nascondersi qualcuno meritevole. Anche perché i grandi autori non hanno bisogno della nostra visibilità (o si?). Fondamentale per me è l’assenza di pubblicità o banner di qualsiasi tipo. Anche se in molti mi dicono: “Ma ora che il tuo blog ha preso piede, perché non guadagnarci?” E io rispondo: “Anche no.” Non è per quello che l’ho fondato e sono sempre convinta che se venisse retribuito in qualche modo cambierebbe l’essenza di quello che è. C’è ancora molta confusione tra chi ancora pensa che prendiamo soldi per le recensioni o le interviste. E’ tutto gratuito e proprio per questo bisogna filtrare le richieste.

Se il tuo blog avesse un motto sarebbe…

Se questa domanda me l’avessi fatta qualche anno fa, ti avrei risposto: “Chi fa da sé fa per tre”. Ora è senza ombra di dubbio: “L’unione fa la forza”. Consideravo il blog una mia creatura non condivisibile con altri, ma quando ho capito che da sola non ce l’avrei mai fatta – considerate le numerose richieste di recensioni da parte degli editori – ho chiesto ad alcuni amici di collaborare, tra cui ci sono anche scrittori e scrittrici. Tutti bravissimi e preparati.

Quando l’hai fondato? E da allora come è cambiato?

La prima versione con blogspot di Google nacque nel 2011, nel 2013 ho cambiato piattaforma su WordPress. E’ cambiato tantissimo, sia come grafica che come contenuti. E sono cambiata anch’io, più vado avanti e più mi arricchisco attraverso le letture e gli incontri di scrittori, editori e uffici stampa. E’ un pazzo mondo!

Quali sono i pezzi imprescindibili? 

Sono orgogliosa di ogni articolo presente, ma vi sono due settori in particolare che mi piacciono. Uno è quello della letteratura nordica e le interviste ai traduttori. Questi ultimi sono una categoria spesso trascurata, in primis dalle case editrici, ma in realtà anche dai lettori. Eppure una traduzione può compromettere il risultato di un romanzo scritto bene, ma tradotto male…

Ne puoi ricordare tre di cui sei particolarmente orgogliosa?

Sicuramente le interviste con Tess Gerritsen, poi Lee Child e Joe R. Lansdale. Tre miti, ma disponibili e alla mano.

Fate anche stroncature? Perché?

Non facciamo stroncature, ma non credo nei blog nei quali siano presenti solo recensioni positive. Credo nella critica costruttiva, non nella stroncatura vera e propria. So il lavoro che c’è prima di arrivare alla pubblicazione di un libro, è sacrificio puro, ma credo anche che siano in troppi a pensare di aver scritto il “best-seller”. E alla fine, soprattutto nel genere thriller/giallo/noir, di trame originali se ne vedono davvero poche, anche in romanzi scritti benissimo.

Cosa rispondi a coloro che dicono che le recensioni sul web non spostano di una copia le vendite?

Sono convinta che, se un blog è seguito, potrebbe sicuramente influire sulle vendite ma l’obiettivo del blog non è vendere libri, è stimolare a leggere. Parimenti, chi è convinto ancora che le recensioni sul web non abbiano influenza, come alcuni editori che ancora snobbano i blog, sia davvero una minima parte.

Mai ricevute richieste strane?

Devo dire di no. O almeno non tanto da definirsi strane…

Raccontaci un successo

Aver presentato Charlotte Link, scrittrice tedesca a livello internazionale in Mondadori a gennaio 2017, grazie a Corbaccio che me ne ha dato la possibilità.

E ora una cosa che non ti aspettavi

Sicuramente aver partecipato alla prima edizione del Festival Pescara a luci gialle come blogger insieme ad altri grandi della letteratura. Questo vuol dire che i blog hanno preso piede e visibilità!

Salutaci dando un motivo a nuovi lettori per farvi visita

Un grandissimo saluto a tutti i seguaci di Libroguerriero, intanto! E poi non sono molto brava a fare proclami. Dico solo che ogni lettore, blogger, scrittore, editore che apprezza il lavoro del blog, è uno sprone per proseguire su questa strada, spesso impegnativa.

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in blogger, Uncategorized e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a BLOGGER:  Cecilia Lavopa

  1. patrizia debicke ha detto:

    Brava Cecilia!

  2. loshame ha detto:

    Ottimo lavoro 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...