ONLY DAUGHTER BY ANNA SNOEKSTRA

 

Recensione di Piera Carroli

“Home can be the most dangerous place of all” [La casa è il posto più pericoloso]

Un altro esordio di un autore australiano – un’altra straordinaria giovane donna.

In questo thriller psicologico freddante, l’oscuro passato di una donna diventa il funesto futuro di un’altra donna. Nel 2003, Rebecca Winter, la protagonista del romanzo d’esordio di Anna Snoekstra (Sydney: Harlequin Mira, 2016) scompare. Dodici anni dopo, viene sostituita da un’altra Rebecca che prende il suo posto nella famiglia della Rebecca scomparsa 11 anni prima. Insomma, anche lei scompare….

Durante la pausa estiva, la giovanissima Bec aveva trovato lavoro presso un ristorante fast food. Non solo, si era presa una cotta per un ragazzo più grande di lei, ma l’aveva anche taccheggiato per il centro città con la sua amica del cuore. Poi era stata arrestata.

My name is Rebecca Winter. Eleven years ago I was abducted” (p. 7)

Il romanzo inizia in medias res dal punto di vista di Rebecca – ma si tratta davvero di Becky? La figlia scomparsa undici anni prima? Dopo che avvenimenti strani e minacciosi iniziano a capitarle? Lenzuola insanguinate, periodi di blackouts, la sensazione di esser sempre ‘guardata’. Cosa le accadra’? Non lo sa, e neanche noi, fino alla fine.

Tutto di questo romanzo va oltre le apparenze, che, come ci mostra anche Oliva, ingannano sempre.

L’originalità della giovane autrice sta nel personaggio che si sostituisce a Rebecca dopo 11 anni nel cuore della famiglia della vera Rebecca, e nel gioco di parti e finzioni messo in atto da tutti i personaggi da quel momento in poi.

Beware! Guardati dal perbenismo ipocrita!

Di lei hanno detto:

“Truly distinctive and tautly told, ONLY DAUGHTER welcomes a thrilling new voice in crime fiction”. MARY KUBICA, New York Time bestselling author. [Davvero distintivo e teso, FIGLIA UNICA accoglie una nuova voce emozionante nella narrativa del crimine. “MARY KUBICA, autore bestseller di Time New York].

“Twisty, slippery, and full of surprises, this web of lies will ensnare you and keep you riveted until you’ve turned the final page” Lisa Hunger, New York Times. [“Tortuoso, scivoloso e pieno di sorprese, questa rete di menzogne ​​ti intrappola e ti tiene ‘rivettato’, inchiodato finché non hai girato la pagina finale”].

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...